primarie pdDopo il forfait di Gennaro Migliore alle primarie, abbandonato da quella parte del partito che lo ha sostenuto, arriva lo stop anche di Nello di Nardo, candidato dell’Idv  nelle primarie di coalizione. Si attende per oggi la sua conferenza stampa nel corso della quale spiegherà le ragioni del suo abbandono, ma pare che a scatenare un terremoto, a due giorni dalle primarie, sia stata la lettera al vetriolo di Massimo Paolucci che ha provocato una serie di reazioni a catena che stanno dilaniando il Pd e l’intera coalizione. Intanto circolano voci che anche Marco Di Lello starebbe pensando di uscire dalle primarie, ma la notizia è stata fortemente smentita dal suo entourage. Di Lello dovrebbe partecipare alla conferenza stampa indetta per i candidati alle primarie. Gli unici che non sembrano risentire di quanto accade all’interno del Pd sono i due candidati che hanno resistito dall’inizio di questa competizione: Vincenzo De Luca e Andrea Cozzolino. Continua la loro corsa ai voti, fino  a domenica primo marzo, quando, salvo eventuale contrordine, si dovrebbe votare. Ma comunque si rimarrà col fiato sospeso fino al giorno della presentazione del candidato alle regionali. Se il parto delle primarie è stato così travagliato e ha lasciato i cadaveri sul campo, possiamo solo supporre quanto travagliato sarà il cammino fino alla presentazione ufficiale dello sfidante di Caldoro alla Regione.

(Di Simona D’Albora)