La poesia, come genere letterario, incontra raramente il favore delle edizioni, rare sono le occasioni e rari gli eventi. Capitano delle eccezioni. E’ il caso di Raffaella Lanzetta, che dopo una autoproduzione ha trovato nella Chillemi l’edizione per la sua raccolta “Fammi diventare poesia”. Nella prefazione, Vincenzo Mollica scrive: «Ogni parola contiene lacrime e gioia. Ma è la verità, quella che conta, quella che costringe la vita ad esprimersi nella sua essenza».

Lanzetta presenterà il libro a Roma venerdì 11 maggio all’ArchitectureLab Vito Sereni (ore 18,00, via Valsugana 54/56). Si leggeranno alcune liriche con l’accompagnamento al sax di Gabriele Buonasorte.

Modera l’incontro Antonio Lera, presidente dei Caffè Letterari d’Italia e d’Europa.

Raffaella Lanzetta, laureata in lettere classiche alla Federico II di Napoli, lavora in Rai. Il 21 aprile ha ricevuto l’attestato d’onore per la poesia dal Comitato Culturale Insieme per l’Arte.

Per saperne di più, https://youtu.be/veLnlcequkg

https://goo.gl/images/pcVAkX.