Estorsioni a Casal di Principle, tre arresti

arrestiNelle  prime  ore  della  mattinata odierna, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli- Direzione Distrettuale Antimafia, i  Carabinieri di  Casal  di  Principe (CE) e della Stazione di Cancello ed Arnone hanno  eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa  dall’Ufficio GIP presso  il Tribunale di Napoli, nei confronti di Nicolo’ Giovanni, per il reato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. L’uomo, già  arrestato lo scorso  28 aprile  dai  Carabinieri in  esecuzione di  un decreto di  fermo  emesso  nei suoi  confronti dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, avvalendosi della  forza  intimidatrice determinata sul  territorio dal  clan  dei  Casalesi,  a ridosso delle  scorse  festività, avanzava reiterate richieste  estorsive nei  confronti di  vari imprenditori e commercianti della provincia di Caserta, pretendendo somme di denaro.

L’odierno provvedimento segue  analoga misura, emessa  dal GIP del Tribunale di Napoli, ed  eseguita nei giorni  scorsi  dai Carabinieri, nei confronti di Campaniello Raffaele  e Necci   Franco,   gravemente  indiziati,  a  vario   titolo,   del   reato   di   tentata  estorsione aggravata dal metodo mafioso. I due  indagati, avvalendosi della forza  intimidatrice determinata sul territorio dal clan dei casalesi,  a ridosso delle  scorse festività, avevano avanzato reiterate richieste estorsive nei confronti di un imprenditore della  provincia di Caserta, pretendendo la somma in denaro di 10.000 euro, ed erano  stati arrestati, lo scorso 22 aprile,  dai carabinieri. I reati,  relativi  a ben 5 episodi estorsivi complessivi, erano  stati  commessi dagli  indagati nei comuni di Cancello  ed Arnone e Falciano del Massico.

Go to TOP