Dopo 14 anni scoperto l’autore di due omicidi nel Palermitano

La Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo ha fatto luce su due omicidi di mafia avvenuti nel 2005 e nel 2007 nel comune di Partinico. I carabinieri hanno arrestato tre persone. L’indagine rappresenta una tranche dell’operazione “Talea”, eseguita nel dicembre del 2017 nei confronti degli esponenti dei mandamenti mafiosi palermitani di Resuttana e di San Lorenzo, nell’ambito della quale vennero intercettate alcune conversazioni in cui uno degli arrestati faceva riferimenti alla sua partecipazione ad alcuni gravi fatti di sangue.

A seguito della sua successiva collaborazione con i magistrati, l’uomo si è autoaccusato dei due omicidi, rivelandone le motivazioni, il mandante, i complici materiali e le relative modalità di esecuzione. I delitti erano inquadrabili nella scalata al vertice della famiglia mafiosa di Partinico. Due degli arrestati erano già reclusi poiché arrestati nell’ambito delle operazioni “Talea” e “Talea 2”, mentre il terzo, incensurato, è stato catturato nel corso della notte in provincia di Agrigento.

Share this post