Desta preoccupazione l’allarme lanciato da 17 sindaci dell’area di Buccino, a cavallo tra Basilicata e Campania, rispetto al paventato rischio di delocalizzazione delle Fonderie Pisano dall’area di Fratte, a Salerno, al comune di Buccino.

Come già denunciato dal sindaco di Vietri di Potenza, Christian Giordano, e dal consigliere regionale del M5S campano, Michele Cammarano, la fonderia in questione sorgerebbe nei pressi di aziende agroalimentari già presenti sul territorio e a ridosso di aree interne a forte valenza naturalistica.

Trasferire la fonderia in quest’area significherebbe compromettere seriamente sia le industrie agroalimentari del luogo, la cui presenza sul territorio potrebbe essere messa in discussione, che l’equilibrio ambientale dell’intera area.

L’impatto ambientale della fonderia si ripercuoterebbe inevitabilmente anche sul contiguo territorio lucano a vocazione agricola e turistica, danneggiandolo.

Abbiamo, pertanto, presentato una mozione per impegnare il Presidente della Giunta Regionale ad aprire un confronto con la Regione Campania e con le varie istituzioni locali interessate, al fine di valutare con attenzione le eventuali ripercussioni della delocalizzazione sul territorio lucano, in termini di impatto ambientale e lavorativo.

Urge un intervento tempestivo e sinergico da parte dei comuni dell’area e delle Regioni per valutare l’opportunità dell’insediamento dell’ennesima fonte ad alto impatto ambientale, per salvaguardare il nostro inestimabile patrimonio naturalistico, la salubrità delle nostre aree interne e dei nostri fruttuosi territori a vocazione turistica ed agroalimentare.

Carmela Carlucci

Gianni Leggieri Gianni Perrino

Movimento 5 Stelle Basilicata – Consiglio Regionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *