de bortoli

Ferruccio de Bortoli lascerà la guida del Corriere della Sera la prossima primavera e collaborerà con Rcs per la scelta del nuovo direttore. Lo scrive in una nota la Rcs al termine del cda sui conti semestrali. “Il consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup ha approvato l’accordo con il dottor Ferruccio de Bortoli per la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera, con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla società e al gruppo, nel quale entrò alla fine del 1973” è scritto nel comunicato. L’azienda ha chiesto al direttore di rimanere fino alla prossima assemblea sul bilancio 2014 “al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali”. “La risoluzione del rapporto contrattuale comporterà per Rcs MediaGroup nell’esercizio 2014 – conclude la nota –  oneri non ricorrenti per circa 2,5 milioni”. Una buonuscita comprensiva di tre annualità, previste dal contratto firmato al momento del suo ritorno al Corriere nel 2009, più una cifra per patto di non concorrenza.

“Ho sperato che ci fosse la possibilità di un nuovo inizio ma, verificato che non c’erano assolutamente le condizioni, alla fine ho accettato la proposta di uscita che mi è stata fatta dall’azienda. Lascerò la direzione del Corriere della Sera il 30 aprile 2015. Comunque non ho dato io le dimissioni”. De Bortoli spiega così a Prima Comunicazione il percorso di uscita dal quotidiano.