Da Arancione a Rosso: de Magistris potrebbe cambiare casacca e diventare pd

De Magistris, Il retroscena: il sindaco arancione potrebbe diventare rosso
La rivoluzione arancione sembra non essersi ancora fermata. Stavolta il retroscena riguarda un movimento che da “arancione” si potrebbe tingere di “rosso”, cercando di giocare un ruolo nelle Primarie del Pd. Risalirebbero infatti ad una settimana fa i primi contatti tra alcuni membri del consiglio comunale di Napoli e Gianni Cuperlo. Il fatto in sé non sorprenderebbe se non fosse che, secondo alcune voci, ad incontrare il candidato Pd alle primarie, sarebbero stati due fedelissimi di De Magistris: Vincenzo Varriale (Centro Democratico) e Carmine Sgambati (Napoli è tua). Secondo alcune indiscrezioni, il primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris, avrebbe mandato in avanscoperta alcuni dei suoi fedelissimi per preparare una grande entrèe nelle fila del Partito democratico. 

L’ultimo incontro ci sarebbe stato con Giuseppe Civati, candidato alla segreteria del Pd, che venerdì era a Napoli. La riunione, tra Civati, Varriale, Sgambati e uomini di fiducia di De Magistris, durato fino a all’una di notte avrebbe portato notizie vantaggiose per il sindaco. Si dice che l’ex magistrato dovrebbe agire su due fronti: rafforzare la sua poltrona a Palazzo San Giacomo e indebolire la posizione di Cozzolino e Bassolino, all’interno del Partito democratico. Tra i nuovi democrat dunque, oltre a Varriale e Sgambati, il sindaco starebbe spingendo anche su alcuni dell’Udc. In particolare, si parla di consiglieri votati con più preferenze. Su questi ultimi nomi però al momento il riserbo è assoluto.

Vai a TOP