Avreste mai immaginato che un gioco online, come potrebbe essere uno dei tanti presenti su Starvegas.it, potesse migliorare l’editing del nostro DNA?  Ebbene sì. Quello che potrebbe sembrare solo pura fantascienza, potrebbe diventare presto realtà.  La notizia arriva dai ricercatori dell’Università di Stanford, dove i biologi molecolari stanno cercando una soluzione per controllare l’ormai famoso sistema di editing del dna Crispr-Cas9. In questo titolo i ricercatori hanno bisogno del vostro aiuto per creare una molecola di rna che funga da interruttore di Crispr, per attivarlo e disattivarlo quando necessario. A questo scopo è stato creato su Eterna il gioco online OpenCRISPR. Secondo Howard Chang, direttore del Centro Personal Dynamic Regulomes a Stanford, chiunque può giocare a OpenCRISPR, basta avere una buona connessione a internet, interesse e tempo da dedicare alla risoluzione del puzzle.

Crispr-Cas9

Crispr-Cas9 è un sistema per modificare il dna delle cellule derivato dai batteri. È stato scoperto negli anni ’80, quando ci si rese conto che alcuni batteri come l’Eschelichia Coli avevano sviluppato un modo per difendersi dalle aggressioni dei virus. Quando un virus infetta un batterio, infatti, quest’ultimo può copiare e incorporare segmenti del dna virale nel proprio genoma, creando Crispr cioè clustered regularly interspaced short palindromic regions. Questa sorta di sistema immunitario costituisce una memoria delle precedenti infezioni e consente ai batteri in caso di nuovo attacco di riconoscere il genoma virale e, grazie all’enzima Cas9, eliminarlo. Nel 2012 gli scienziati hanno trovato il modo di modificare qualsiasi sequenza di dna delle cellule introducendo al loro interno Crispr, Cas9 e molecole di rna che fungessero da guida del sistema taglia e cuci verso i geni target. I ricercatori, però, non sono ancora in grado di controllare il funzionamento di Crispr, e non possono accenderlo e spegnerlo a piacimento.

OpenCRISPR

Lo scopo del gioco inventato dai ricercatori, dunque, è quello di progettare molecole di rna guida che fungano anche da interruttori del sistema Crispr. Queste molecole virtuali devono rispondere a certi requisiti per essere corrette nella forma e potenzialmente efficaci nella realtà. L’rna deve essere specifico per una certa sequenza di dna, deve essere riconosciuto da Crispr, deve condurre il sistema Crispr-Cas9 al gene target e deve possedere una sorta di tasca di riconoscimento per piccole molecole che diano il segnalo di attivazione del processo. Come tutti i giochi presenti in rete, anche OpenCRISPR prevede diversi livelli di difficoltà. Gli utenti, quindi, potranno accumulare punti, acquisire competenze e passare di livello. I migliori poi potrebbero essere realizzati in laboratorio le proprie creazioni e ricevere un feedback sulla loro effettiva validità in vitro, con la possibilità di interagire con i ricercatori per migliorare il progetto di molecola.

Insomma, in questo modo gli internauti di tutto il mondo potranno misurarsi con un gioco divertente che, però, può tornare utile a scopi scientifici. L’idea degli sviluppatori e dei ricercatori è proprio quello di sfruttare le potenzialità degli utenti della rete per trovare la soluzione ad un problema di difficile risoluzione come quello legato al funzionamento di Crispr ed alle sue varie funzionalità.