La guardia di Finanza ha scoperto un evasore totale che dal 2013 al 2014 non ha presentato alcuna dichiarazione dei redditi pur avendo conseguito compensi per 170.000 euro a seguito di una serie di truffe perpetrate ai danni di oltre 20 persone. I finanzieri della Compagnia di Paola (CS) lo hanno anche, per questo, denunciato per truffa, falso, millantato credito, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

L’uomo, dopo aver individuato persone titolari di posizioni debitorie (anche verso l’Erario) che avevano bisogno di prestazioni di assistenza in pratiche di “concessioni pubbliche”, si presentava loro nelle false vesti di avvocato e millantava crediti e conoscenze di vario tipo presso tribunali o altri Enti. In diversi casi ha consegnato anche documentazione falsificata, con timbri ufficiali, oppure documenti intestati a giudici o cancellieri realmente esistenti, per attestare il presunto interessamento e l’efficacia della sua azione.