Comunicazione e Sanità: seminario per studenti in Municipio

Comunicazione e Sanità: seminario per studenti in Municipio

seminario 2Un serrato e vivace confronto  tra le professioni che si occupano di salute e di informazione. Questo è  stato il seminario “La Comunicazione in Sanità nell’era della  digitalizzazione” svoltosi nel Salone Bellini di Palazzo degli elefanti e  organizzato per gli studenti di Medicina e di Infermieristica  dall’Istituto Valdisavoia e dalle associazioni studentesche Axada e  Arché in collaborazione con il Comune di Catania e con la Facoltà Scuola  di Medicina etnea.
Al centro della discussione è stato posto il  ruolo della Comunicazione in tutte le sue espressioni, in particolare  quella digitale veicolata dai nuovi media, che incide ormai  profondamente nella diffusione di notizie sul mondo della medicina,  nonché il rapporto tra strutture sanitarie, giornali e new media, con  gli uffici stampa che dovrebbero avere un ruolo chiave nel dare una  informazione finalmente puntuale e corretta al cittadino. Non sono  mancati confronti anche sui recenti casi di presunta malasanità che  hanno messo la città sutto la lente d’ingrandimento in tutto il Paese.
L’evento,  moderato con puntualità da Antonio Biondi, docente universitario e vice  presidente dell’Ordine dei medici di Catania, è stato aperto da  Francesco Santocono, docente di diritto sanitario dell’Università  Giustino Fortunato di Benevento e consulente del Sindaco di Catania per  le politiche sanitarie. Sono poi intervenuti Paolo Cantaro, nuovo  direttore generale dell’azienda ospedaliera Policlinico, e Angelo  Pellicanò, neomanager dell’azienda ospedaliera Cannizzaro. I saluti  dell’Università agli studenti sono invece stati portati da Agostino  Palmeri, presidente del corso di laurea in Medicina e chirurgia, e da  Salvatore Sciacca, già presidente del corso di laurea di  Infermieristica.
La prima relazione è stata quella di Giuseppe  Lazzaro Danzuso, presidente del Consiglio di disciplina dell’Ordine dei  giornalisti di Sicilia, che ha parlato degli aspetti deontologici  dell’informazione con particolare riguardo agli uffici stampa e alla  Salute in Sicilia citando leggi e carte dei doveri. Sono poi intervenuti  Mario Barresi, inviato del quotidiano “La Sicilia”, che ha parlato su  “Diritto di cronaca e doveri deontologici” e Antonio Condorelli,  coordinatore delle pagine catanesi di “Livesicilia”, che ha trattato le  tematiche dei “Nuovi media nei sistemi sanitari”. Salvatore Raciti,  ricercatore di Filosofia del Diritto dell’Università di Catania, parte  terza, in quanto avvocato, tra medici e giornalisti, ha parlato sulla  “Responsabilità nella gestione della notizia” e nell’ultima relazione  Nuccio Sciacca, medico e conduttore di trasmissioni tv specialistiche,  ha parlato del “mezzo televisivo quale promotore di salute”.
A  concludere i lavori sono stati il sindaco di Catania, Enzo Bianco, che  ha ringraziato gli organizzatori per i contenuti del seminario, e il  direttore della Scuola di Medicina catanese, Francesco Basile.

Share this post