Colpo alla mafia, maxi sequestro per imprenditore di Messina

La Dia di Messina, coordinata dal Centro Operativo di Catania, ha dato esecuzione al provvedimento di confisca beni, per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro, a carico di Giuseppe Lo Re, detto ‘Pino’, imprenditore di Caronia (Me), appartenente alla ‘famiglia di Mistretta’, operante nella zona tirrenica-nebroidea della provincia messinese. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Messina a conclusione di una complessa attività svolta dalla Sezione Operativa Dia di Messina che ha portato al sequestro e successivamente alla confisca di un ampio patrimonio illecito riconducibile a Lo Re: due imprese operanti nel settore della commercializzazione delle autovetture e una associazione nell’ambito dei ‘night club’, tutte intestate a Lo Re, a suoi prestanome ed ai componenti del suo nucleo familiare. Inoltre sono state sequestrate cinque unità immobiliari sparse nel comune di Caronia, un rapporto finanziario oltre ad autocarri e autovetture. Per Giuseppe Lo Re è stata disposta, inoltre, la sorveglianza speciale di 4 anni e l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza. E ancora, la messa in liquidazione dalla società ‘Autoservice s.r.l.’.

Go to TOP