Cinquant’anni Di Dischi Volanti Sui Giornali: il 1951

dal Corriere della Sera 13 febbraio 1951

SVELATO IL MISTERO DEI DISCHI VOLANTI

Nuova York 12 febbraio 1951 – Il prof. Urner Llddel, capo della divisione ai fisica nucleare dell’ufficio ricerche della Marina americana, in un articolo apparso oggi sulla rivista Look ha affermato che i dischi volanti esistono realmente ma sono soltanto grossi palloni di materia plastica usati per lo studio dei raggi cosmici.

Nel suo articolo Liddel spiega come tali palloni, chiamati “uncini del cielo” possano essere stati scambiati per dischi volanti. A bordo di tali palloni, che sono usati abitualmente dal reparto diretto dal prof. Llddel, si trovano strumenti scientifici destinati a registrare ciò che accade allorché i raggi cosmici investono gli atomi nell’ambito dell’atmosfera terrestre. Essi possono raggiungere i 30 mila metri d’altezza: talvolta il vento li sospinge nel cielo a una velocità di 320 km. All’aurora e ai tramonto 1 raggi obliqui del sole, colpendo la loro superficie Inferiore, conferiscono loro l’apparenza di dischi volanti.

Liddel afferma quindi che finora l’uso di tali palloni è stato tenuto segreto, mentre attualmente tale segreto non è
più necessario da un punto di vista scientifico, e quindi il pubblico può essere informato su ciò che realmente sono i dischi volanti.

 

da Il Nuovo cittadino, 30 agosto 1951

«Disco volante” sperimentato negli Usa

WASHINGTON, 29 agosto
L’Esercito americano sta sperimentando un disco volante
che può con tenore 23 litri di acqua, benzina o altri liquidi por il rifornimento di truppe sul campo. Si tratta di un serbatoio di gomma sintetica di forma circolare con un diametro h 60 cm. e un peso di 2.23 Kg. il disco può venire lanciato senza paracadute da altezze fino a 6000 metri «en-
za scoppiare quando tocca il suolo.

 

da La Gazzetta del lunedì, 12 novembre 1951

Un “globo di fuoco anche nel Nuovo Messico

TUCUMCARI (Nuovo Messico),
Tre agenti di polizia di Tucumrari, nel Nuovo Messico, hanno affermato <di aver veduto la notte scorsa un oggetto con una lunga coda fiammeggiante attraversare il cielo lasciando cadere dei frammenti rossastri. Anche il pilota di un aereo che sorvolava la città ha confermato il fenomeno. E’ questo l’ottavo « globo di fuoco» avvistato negli Stati Uniti negli ultimi quindici giorni.

Il prof. La Pat, astronomo presso l’Università di Nuovo Messico, ha dichiarato che se « globi di fuoco » del genere continuano a venir avvistati egli sospetta che non si tratti di un fenomeno naturale.

 

da Il Tempo 11 novembre 1951

Una palla di fuoco nel cielo di Nuova York

NUOVA YORK. 10. — Una palla di fuoco che si lasciava dietro una scia luminosa rossa è stata scorta ieri sera da numerosi cittadini, i quali hanno precisato che essa attraversava il
cielo da est verso ovest. Numerosi abitanti della periferia di Nuova York hanno telefonato ai giornali per confermare il fenomeno luminoso.

Da parte sua un cacciatore ha dichiarato di avere visto, mentre rientrava in casa accompagnato da suo figlio, un apparecchio simile a un grosso bombardiere che lanciava due oggetti sferici di colore argenteo. Dopo essere calati l’uno vicino all’altro, i due oggetti si sono separati, uno diretto verso nord e l’altro verso ovest, lasciando una scia di fumo.

11 fenomeno della palla di fuoco è stato segnalato nella regione di Middletown presso Nuova York. I servizi meteorologici e aeronautici non hanno potuto fornire alcuna piegazione sul fenomeno.

Bisogna intanto segnalare che un apparecchio supersonico con
propulsione a razzo è esploso questa mattina sul terreno di
prova di Edwards Fied in California. Il capo dei collaudatori
della «Bell Aircraft Co.» Joseph Cannon ha riportato gravi ustioni.

L’esplosione si è verificata nel momento in cui l’apparecchio, già fissato a un quadrimotore «B. 50 » che lo porta fino a una certa quota, veniva rifornito dello speciale carburante. Il pilota si trovava già ai comandi. Anche l’apparecchio «portatore » è rimasto distrutto.

 

Gli altri anni

1949 – https://www.ilsudonline.it/page/2/?s=gli+ufo+sui+giornali

Vai a TOP