Calabria, spiraglio per i 5mila precari: il governo si impegna per le assunzioni

lavoratori socialmente utili

Buone notizie per i precari calabresi. Il nuovo tavolo romano convocato dopo le imponenti manifestazioni delle ultime settimane, che per ben due volte hanno bloccato il traffico stradale nei principali centri della regione, ha portato i suoi frutti.

All’incontro, convocato dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, hanno partecipato il Ministro per gli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta, Luigi Caso, Capo Gabinetto del Ministero del Lavoro e Ugo Menziani, Direttore Generale del Mercato del Lavoro presso il Ministero del Lavoro.

Secondo quanto comunicato al termine della riunione il Governo si è impegnato a concludere, con la collaborazione dei Prefetti, ”le procedure per la stabilizzazione a tempo determinato e indeterminato di lavoratori Lsu e Lpu”.

Il Governo fa riferimento al Decreto decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, recante ”modalità e criteri di assegnazione di risorse agli enti pubblici della regione Calabria per l’assunzione, entro l’anno 2014 con contratto a tempo determinato, di lavoratori socialmente utili, di pubblica utilita’ ed ex art. 7, decreto legislativo 468/1997”. Complessivamente, sul territorio regionale, una platea di 5000 percettori di ammortizzatori sociali.

In secondo luogo il Governo ”ha espresso l’intenzione di convocare un tavolo, a nuovo governo regionale insediato, insieme all’Inps per una ricognizione puntuale volta a affrontare il tema degli ammortizzatori sociali in Calabria, che garantisca la chiarezza delle procedure e del bacino 2014 a fronte di una obbligazione a investire in politiche attive del lavoro per ridurre il bacino e superare una situazione diventata insostenibile”.

Infine, relativamente alla questione degli ammortizzatori sociali 2013, ”valutata criticamente la specifica situazione di emergenza creatasi, il Governo ha dato ulteriore disponibilità a trovare una via d’uscita definitiva. Dopo alcune ore di approfondimento tecnico, il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti si è detto pronto a mettere eccezionalmente a disposizione risorse per 40 milioni di euro, dedotte dal complesso delle risorse per gli ammortizzatori sociali nazionali, a fronte di un impegno della Regione Calabria a farsi carico del residuo dovuto per la situazione verificatasi per il 2013 con proprie risorse aggiuntive”.

Go to TOP