Oltre 20.000 presenze e piu’ di 230 eventi in quattro giorni e +25% l’incremento rispetto all’anno scorso. E’ questo il bilancio in positivo del Festival dei Giovani che si e’ chiuso a Gaeta. La manifestazione e’ ideata da Strategica Community e organizzata insieme all’Universita’ LUISS Guido Carli e il Comune di Gaeta con il main sponsor Intesa Sanpaolo. Nella cittadina laziale da martedi’ a oggi si sono dati appuntamento i Millennials d’Italia, organizzando e animando l’unica manifestazione a loro interamente dedicata. Il Festival ha ospitato la finale dell’ottava edizione del concorso Latuaideadimpresa, un contest tra le migliori idee di business 4.0 rivolto agli studenti dei licei e degli istituti tecnici di tutta Italia, ideato e organizzato da Strategica Community, in collaborazione con SFC – Sistemi Formativi Confindustria e Confindustria Giovani Imprenditori e l’universita’ LUISS Guido Carli e Intesa Sanpaolo, con il patrocinio del ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca. Il premio a “La tua idea di impresa” 2018 e’ stato assegnato al Liceo Scientifico “Giovanni Spano” di Sassari, con il progetto Drop Technology, un dispositivo che consente di ridurre dell’80% le emissioni di CO2 degli autoveicoli. Per la categoria Innovazione, il primo posto e’ stato conquistato dagli allievi dell’Istituto Tecnico “Scaruffi-Levi- Tricolore” di Reggio Emilia, con Voice SOS-VOS, un orologio in cui sono integrate funzionalita` innovative per prevenire la violenza sulle donne.

L’apparecchio contiene un pannello solare trasparente per la ricarica, rilevatore GPS, e una nano sim con cui e’ possibile mandare una richiesta d’aiuto ai contatti con una semplice parola decisa dall’utente, o con un tasto dello smartphone. E ancora per la categoria Circular economy, la migliore idea di business sostenibile e’ stata riconosciuta all’Istituto Industriale Enrico Fermi di Modena che ha sviluppato Eco Growth, un vasetto per le piante gia’ compostabile dal recipiente e biodegradabile. Infine per la categoria risorse umane, il Professionale di Stato “Giacomo Ceconi” per l’industria e l’artigianato di Udine si e’ aggiudicato il primo premio con URC – Universal Remote Controller, un telecomando basato sull’intelligenza artificiale che consentira’ di muovere agevolmente con un braccio robotico droni, carriponte, bracci meccanici, dispositivi di verniciatura industriale, montacarichi. Tante le occasioni di crescita e confronto durante i quattro giorni del Festival. Si e’ parlato di felicita’, quest’anno il filo conduttore della kermesse, con la discussione dei risultati del sondaggio “Chiediti se sono felice”, realizzato da Strategica Community su un campione di oltre 3.500 giovanissimi, che hanno risposto a domande riguardo al loro rapporto con gli adulti, le proprie emozioni, paure e modelli di riferimento. Il 49,2% dei ragazzi e delle ragazze ha dichiarato che i propri genitori non hanno mai chiesto loro se siano felici. E questa mancanza di attenzione spesso genera in loro un senso di abbandono e di solitudine. La musica, gli amici, piu’ che i social – raccontano i ragazzi nello loro risposte – sono il vero rifugio della Generazione Z che al Festival si e’ confrontata a lungo sul rapporto con il mondo adulto, spesso difficile e contraddittorio.

E poi i temi del bullismo, con incontri molto seguiti e sentiti dagli adolescenti. Il rapporto con i social, su cui i ragazzi di Noisiamofuturo hanno riflettuto anche grazie alla proiezione del docufilm “(a)social. 10 giorni vissuti sconnessi” di Lucio Laugelli, un esperimento sociale che ha coinvolto quattro giovani, per dieci giorni isolati tra le montagne trentine senza smartphone ed internet. E’ stato uno dei protagonisti, lo studente LUISS Lorenzo Tawakol, a discutere al Festival di come ha affrontato il periodo di Digital Detox. Si e’ parlato anche di integrazione e Ius soli, inclusione e diversita’ e studio e lavoro con Luigi Serra, Vice Presidente Esecutivo della LUISS e Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della LUISS, che con Emiliano Cappuccitti, HR Director Coca Cola HBC, si sono confrontati con i ragazzi su come orientare il proprio futuro professionale. E ancora, al centro dell’incontro con il rettore della LUISS Paola Severino, impegno sociale e legalita’ i temi discussi insieme a numerosi studenti. Protagonista anche lo sport, con le storie di tanti atleti paraolimpici e il confronto con gli studenti-atleti della LUISS Sport Academy: Giorgio Avola per la scherma, Filippo Tortu e Eloisa Coiro per l’atletica, Angelica Impronta per l’equitazione e Tommaso Maestrelli per il calcio. Inoltre, tutti gli studenti del quinto anno delle scuole superiori presenti a Gaeta hanno potuto iscriversi gratuitamente al test di ingresso della LUISS ai Corsi di Laurea Triennali e Magistrali a ciclo unico, che si svolgera’ il 19 aprile a Roma e in altre 25 citta’ d’Italia. Allo studente che otterra’ il punteggio piu’ alto conseguito alla prova di ammissione, l’Universita’ intitolata a Guido Carli mettera’ a disposizione una borsa di studio a copertura totale per il primo anno di corso.