Un operaio di 47 anni di Putignano ha inscenato una finta rapina ai suoi danni di 500 euro per nascondere alla moglie di aver subito una perdita alle slot-machine. E’ stato scoperto dai carabinieri e denunciato per simulazione di reato. L’uomo si era presentato ai militari per presentare un esposto, dichiarando che due individui a bordo di uno scooter, con volto nascosto da casco integrale, lo avevano bloccato per strada derubandolo di 500 euro che portava nelle tasche dei pantaloni e che aveva appena prelevato da una banca.

Le indagini avviate dai militari dell’Arma, invece, hanno rilevato numerose incongruenze tra le dichiarazioni fornite e le circostanze oggettive dell’evento che sono state verificate nel corso del sopralluogo. Alla fine l’uomo, messo alle strette, ha confessato di aver inventato questa storia per non dire alla moglie di aver speso tutto il denaro al gioco.