polizia 113

Potrebbe essere stato ucciso per aver dato uno schiaffo ad un ragazzo il 25enne albanese Flori Mesuti. Stando alla ricostruzione fatta fino a questo momento dagli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dal pm della Procura di Bari Baldo Pisani, Mesuti sarebbe intervenuto in difesa di alcuni minori durante un litigio con un altro gruppo di ragazzini, alcuni figli di pregiudicati della zona. Si sarebbe poi allontanato in compagnia di una ragazza dirigendosi verso un bar della zona, nei pressi della chiesa del Redentore nel quartiere Liberta’ di Bari.

Il ragazzino schiaffeggiato dal 25enne avrebbe pero’ chiamato alcuni parenti. In due avrebbero raggiunto Mesuti all’esterno del bar, armati con una pistola a tamburo. La vittima si sarebbe accorta dell’arma e avrebbe tentato di fuggire riuscendovi solo per pochi metri. Almeno tre i colpi sparati contro di lui. Uno solo dei proiettili lo ha colpito dritto al cuore uccidendolo. Nei prossimi giorni la Procura affidera’ l’incarico per l’autopsia che chiarira’ la traiettoria del colpo e la distanza del killer dalla vittima al momento degli spari, fornendo cosi’ ulteriori elementi utili a identificare l’omicida sulla base anche degli accertamenti balistici.(