Attenti alla ludopatia fra i ragazzi, già 70mila i minori a rischio. I consigli dell’esperto per combatterla

La febbre del gioco – secondo il libro blu dell’agenzia Dogane e Monopoli – continua a crescere. Nel 2017 hanno speso quasi 102 miliardi di euro. La Puglia si conferma ottava regione, con una spesa superiore ai 4 miliardi e mezzo. La febbre cresce di pari passo con il fenomeno della ludopatia, il gioco compulsivo, annoverato tra le dipendenze che possono essere curate dalle strutture sanitarie.

Gli operatori economici del gioco parlano di eccessiva attenzione mediatica, i medici di sottovalutazione. Sono pochi a rivolgersi ai centri delle Asl. E, il fenomeno, interessa anche i ragazzi. Un’indagine dell’istituto superiore di sanità ha rilevato che in Italia quasi 70.000 minorenni sono già 2giocatori problematici”. E, ai primi posti, c’è proprio il web per la capacità che alcuni giochi on-line hanno di catturare totalmente l’attenzione degli adolescenti. Una situazione per cui i ragazzi si alienano, non hanno più contatti sociali e non frequentano più la scuola. Non hanno altri interessi se non il web.

E c’è anche un n cortometraggio per raccontare il dramma della ludopatia. Si chiama “Ragazzi soli” ed è destinato a essere presto proiettato nelle scuole per sensibilizzare i giovani sui rischi legati al gioco d’azzardo. Il protagonista è un ragazzo affetto da ludopatia che casualmente entrerà in contatto con due persone che lo aiuteranno a superare i propri problemi.

Ma che cosa bisogna fare per combattere la ludopatia fra i minori? Ecco cinque consigli raccolti dagli esperti.

  1. Guardate i vostri bambini e se hanno bisogno della sculacciata, dategli pure la sculacciata
  2. Le regole della vita quotidiana sono importantissime per costruire un super io sono cioè un un’autorità normativa interiorizzata.
  3. I soldini della paghetta devono essere, in qualche modo, guadagnati.
  4. La scuola è importantissima per ristabilire un patto di alleanza sociale fra genitori e insegnanti, perché entrambi sono educatori. Spesso i ragazzi si infilano nel conflitto tra genitori e insegnanti per fare quello che vogliono e diventare sempre più più sregolati.
  5. La qualità del sonno un ragazzo che sta crescendo è importante. Se non dorme è come la vostra telecamera che non ricarica le batterie, non può funzionare bene. Le notti bianche, forse, fanno bene al commercio ma sicuramente fanno malissimo ai ragazzi
Go to TOP