Attacco al cuore dell’Europa, quello che sappiamo fino a ora

Quello che sappiamo

  • I terroristi hanno ucciso almeno 129 persone in una serie di attacchi apparentemente coordinati in tutta Parigi con armi e esplosivi
  • Tre le squadre che hanno effettuato gli attacchi, pesantemente armati e con addosso giubbotti imbottiti di esplosivo.
  • Sette assalitori sono stati uccisi.
  • Uno degli attentatori suicidi è stato identificato come Ismael Omar Mostefai.
  • Sette persone sono state arrestate in Belgio.
  • Gli attacchi terroristici sono stati un “atto di guerra” dell’ISIS, ha detto il presidente francese François Hollande.
  • L’ISIS ha rivendicato la responsabilità, rilasciando dichiarazioni in arabo e francese.
  • Più di 350 persone sono rimaste ferite negli attentati, con almeno 99 in condizioni critiche.
  • Almeno sei posizioni sono stati attaccati, tra cui la Sala Concerto Bataclan, il ristorante Le Petit Cambodge, Le Carillon bar, il ristorante La Casa Nostra, La Belle Equipe bar e lo stadio de France.
  • Più di 100 persone sono state prese in ostaggio nella sala da concerto prima che le forze speciali francesi assediassero la sede.
  • Hollande ha chiuso i confini del paese e dichiarato lo stato di emergenza. Egli ha anche dato il potere alle autorità di mettere le persone agli arresti domiciliari se la loro attività è stata ritenuta pericolosa.
  • 1.500 soldati supplementari sono stati inviati a Parigi.
  • Ecco i nomi di alcune delle vittime.
  • E’ stato uno degli attacchi più letali degli ultimi decenni. All’inizio dell’anno Parigi era già stata colpita dai terroristi con la strage al giornale satirico Charlie Hebdo.

Gli ultimi Aggiornamenti

La vittima italiana

La Farnesina ha confermato che Valeria Solesin e’ morta nell’attentato di venerdi’ sera al Bataclan. In mattinata Corrado Ravagnani il padre di Andrea, il fidanzato trentino della giovane che si trovava con lei al momento dell’attacco nella sala concerti aveva detto all’Agi che la ragazza era tra le 89 vittime della strage durante un concerto. Valeria, 28 anni, l’unica vittimaitaliana Tra le vittime straniere ci sono un inglese che vendeva merchandising della band sul palco, una studentessa americana ventenne, due algerini, due cileni, due portoghesi e uno spagnolo. Intanto emergono nuovi elementi sull’orrore che si e’ consumato e testimoni riferiscono che i terroristi hanno scelto come loro prime vittime i disabili in sedia a rotelle radunati in un’area apposita della platea. Le indagini sulle stragi di Parigi si allargano al Belgio. Si fa strada il sospetto che almeno uno dei tre gruppi di attentatori entrato in azione venerdi’ sera provenisse da Bruxelles e vi abbia fatto ritrorno dopo il bagno di sangue costato la vita a 129 persone. E proprio questo gruppo si sarebbe servito di una Seat nera per la fuga: l’auto e’ stata ritrovata a Montreuil, sobborgo orientale della capitale francese. Armati di Kalashnikov, hanno aperto il fuoco alle 21,30 contro il caffe Bonne Biere a Rue Fontaine e solo pochi minuti dopo a Rue de Charonne contro il Belle Equipe, per poi darsi alla fuga. La Seat Leon, e’ stata ritrovata stamane ma la polizia la cercava sin da venerdi’ sera. Il fatto che sia stata abbandonata a Montreuil alimenta la pista che qui abbiano cambiato auto oper poi dirigersi in del Belgio immediatamente dopo il massacro quando ancora i controlli alle frontiere tra i due Paesi non erano stati intensificati. Secondo la radio Europe1 sarebbe possibile che si tratti dei tre sospetti arrestati ieri sera dalla polizia belga a Bruxelles dopo che erano gia’ stati fermati casualmente per un controllo vicino al confine. Un’ipotesi che, se confermata, farebbe ulteriormente incrementare il numero di terroristi che hanno agito venerdi’ sera a Parigi. Il procuratore Francois Molins ieri ha parlato di 7 terroristi: 3 kamikaze allo Stadio di Francia, 3 al Bataclan (2 che si ono fatti saltare in aria ed uno ucciso dalla polizia) e un’altro attentato suicida che si e’ fatto esplodere in un ristorante a Rue Voltaire. Procura belga apre indagine per terrorismo L’apertura di una pista oltre confine ha spinto la Procura federale belga a indagare.

 

 

Marilyn Manson annulla Parigi spettacolo

Marilyn Manson si aggiunge alla lista di band – che include U2, Coldplay, Foo Fighters, e Simple Plan – che hanno annullato gli spettacoli a Parigi dopo gli attentati.

Pubblicato alle 03:35, 15 novembre

Ribelli siriani condannano attacchi Parigi

Quarantanove gruppi siriani dell’Esercito che combattono sia il regime del presidente Bashar al-Assad che ISIS, il gruppo sospettato di pianificare degli attacchi di Parigi, hanno condannato il massacro nella capitale francese.

“Siamo stati profondamente scioccati e rattristati alla terribile notizia degli attentati terroristici contro civili innocenti a Parigi”, hanno detto in un comunicato in lingua inglese.

“Le fazioni rivoluzionarie siriane condannano nei termini più forti possibili queste azioni disumane e criminali. Noi consideriamo questi atti non diversi rispetto al terrorismo che il popolo siriano hanno dovuto sopportare ogni giorno per gli ultimi cinque anni. ”

Report: Caccia all’uomo in corso dopo fucili e la macchina della fuga

Le autorità sono alla ricerca di un possibile ottavo aggressore dopo che un certo numero di fucili Kalashnikov sono stati trovati in una macchina abbandonata che i funzionari credono sia stata utilizzata dagli attentatori.

Il New York Times ha riportato la vettura è lo stesso veicolo utilizzato dai tiratori che di mira ristoranti e bar.

Un funzionario francese anonimo ha detto che le autorità erano alla ricerca di “qualcuno dalla regione di Parigi” che può essere stato coinvolto negli attacchi.

Madonna canta in francese La vie en rose

Madonna ha cantato in francese, accompagnandosi solo con la chitarra, “La vie en rose”, ieri sera nel suo concerto a Stoccolma, in un commosso omaggio alle 129 vittime degli attentati di Parigi. “Abbiamo osservato un minuto di silenzio per le vittime e i loro cari” ha detto all’Afp una spettatrice, Maria Palm, dopo il concerto alla Tele 2 Arena di Stoccolma. “Ho bisogno di un momento per ricordare la tragedia, la tragica carneficina, questi assassinii e la fine assurda di preziose vite ieri sera a Parigi” ha detto la popstar, nel suo unico concerto in Svezia.
Madonna ha spiegato di aver pensato di annullare il concerto del “Rebelheart Tour”, acui hanno assistito oltre 40mila persone a 24 ore dagli attentati che hanno sconvolto la capitale francese.
“Sono straziata, quando le persone piangono la perdite die loro cair” ha gridato, in lacrime. “Ma è esattamente ciò che vogliono, vogliono ridurci al silenzio. Non glielo lasceremo fare, non glielo lasceremo mai fare” ha detto Madonna prima di intonare “La vie en rose”, il titolo più celebre di Edith Piaf. Madonna ha due date in programma a Bercy, il 9 e 10 dicembre.

 

Vai a TOP