Andria, donna cerca di dare fuoco all’assistente sociale

E’ ancora sotto shock Giuseppe De Robertis, assistente sociale dell’area minori nel comune di Andria: stava lavorando al secondo piano di una palazzina in via Mozart quando una donna, madre di un minorenne, seguita da anni dai servizi sociali, l’ha raggiunto nella stanza attaccandolo verbalmente. Sul posto sono stati preventivamente raggiunti da tre agenti della Polizia Municipale, attirati dalle urla. Hanno cercato di calmare la donna ma questa, con un gesto rapido, ha estratto una bottiglietta con del liquido infiammabile e l’ha lanciata verso l’operatore minacciando di dargli fuoco. Gli agenti l’hanno fermato appena in tempo.
Una famiglia problematica quella della donna: la settimana scorsa, il tribunale dei minori di Bari ha dichiarato il figlio decaduto dalla responsabilità di entrambi i genitori. Il ragazzo è stato trasferito in una comunità lontana da Andria. Probabilmente potrebbe essere questa decisione all’origine del folle gesto.
De Robertis, consigliere Nazionale dell’ordine assistenti sociali, da molti anni si occupa di abuso e maltrattamento all’infanzia. La donna è stata denunciata a piede libero. Vicinanza e solidarietà a De Robertis da parte dei colleghi sconvolti dall’episodio. Solidarietà anche dal sindaco di Andria.

Vai a TOP