In 14 anni, dal 2002 al 2015, nell’area industriale di Taranto sono nati 600 bambini malformati, «percentuale superiore all’atteso su base regionale».

Si sono registrati oltre 40 tumori in età pediatrica e nel primo anno di vita.

Il dato è nello studio epidemiologico Sentieri, contenuto nel Rapporto di Valutazione del Danno Sanitario per l’ex Ilva di Taranto

A rendere noti i dati è stato il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. Il rapporto è pubblicato sul sito del Ministero dell’Ambiente.