Alghe e cabine, le due questioni aperte dell’estate palermitana

Alghe e cabine, le due questioni aperte dell’estate palermitana
Alga-tossica-Palermo
L’estate sta arrivando. Palermo si prepara per la stagione balneare ma ci sono due questioni: le alghe e le cabine.
Le Alghe. Quarantamila euro stanziati dal Comune di Palermo per smaltire e pulire le spiagge pubbliche. I fondali restituiscono la Poseidonia che si accumula sulle spiagge di Mondello e di Addaura. Partirà anche la raccolta dei rifiuti solidi e si puliranno le spiagge con trattori e ruspe. Ad occuparsene saranno gli operai della Reset. A darne notizia è l’Assessore comunale alla Pianificazione urbana e territoriale Mari e Coste, Giuseppe Gini che spiega che” bisogna attendere ancora almeno un’altra settimana, perché le mareggiate potrebbero vanificare il lavoro fatto”. Ma i cumuli di alghe crescono e lo scenario che si presenta non è certo dei più belli. La gente rinuncia alla passeggiata perché l’odore nauseabondo e forte diventa insopportabile e se arriva il caldo la situazione potrebbe peggiorare.
Le cabine e la Mondello Italo Belga. Se d’estate passeggi a Mondello, puoi vedere il mare a tratti perché a sfilare tra un pezzettino di spiaggia libera ci sono le pareti delle famose “cabine” quelle che la Società Italo Belga da decenni installa sulla spiaggia di Mondello ma il Comune ha già cambiato le disposizioni con l’applicazione delle clausole di salvaguardia previste dal piano di utilizzazione del demanio marittimo, che scavalcherà la proroga delle concessioni agli stabilimenti balneari stabilita dall Regione Sicilia, decisione per poter restituire la spiaggia ai cittadini e un lungomare decente. Ovviamente la Italo belga ha subito messo in campo i suoi legali per contestare la decisione del Comune. “Sembra di rivedere quest’anno un film già visto, lo scorso anno, il 2015 come il 2014, afferma Gianni Castellucci, amministratore della Società Mondello Italo belga, siamo alla ricerca di nuovi aggettivi, per definire questa situazione. Personalmente sono stupito, meravigliato, stanco, svogliato ma sono anche volenteroso di future battaglie. Abbiamo scritto al Comune, ai responsabili, che siamo stanchi di continuare a essere bastonati e vogliamo reagire, siamo pronti e attivi e pronti a reagire. Siamo pronti ad agire per vie legali. Le cabine? Io sono convinto che le cabine ci saranno, e che riusciremo a far rispettare le regole”.

Share this post