Al via alla Biblioteca Nazionale di Napoli “Squilibri Incontri di lettura”

Al via mercoledì 24 ottobre, alla Biblioteca Nazionale di Napoli, la rassegna Squilibri Incontri di lettura sul tema Frontiere: oltre 200 studenti delle scuole secondarie napoletane invaderanno il Salone di lettura per incontrare e dialogare con scrittori, giornalisti, attori, filosofi. Gli incontri coinvolgeranno anche un pubblico più adulto, di appassionati e di potenziali lettori.  Questa XII edizione, è dedicata ad Alessandro Leogrande, uno dei più interessanti protagonisti del nostro tempo, scrittore e giornalista d’inchiesta prematuramente scomparso un anno fa.

Gli appuntamenti di oggi

Il primo incontro del 24 ottobre alle 9.30 con Lorenzo Marone che presenterà il suo libro Un ragazzo normale  (Premio Giancarlo Siani 2018)per gli studenti de la pagina che non c’era.

La giornalista Mirella Armiero, alle 15, tratteggerà la figura di Alessandro Leogrande: “Una vita per riconoscere le frontiere”.

Alle ore 16.00, per la sezione Frontiere Linguistiche, l’incontro con Claudia Zonghetti, traduttrice di Anna Karenina, introduce Maria Laura Vanorio.

Alle ore 17.00, Fabrizio Coscia, presenta il suo libro La bellezza che resta, per gli studenti de La pagina che non c’era.

Alle 18.30, per la sezione Parole di Frontiera, l’atteso appuntamento con l’attrice Donatella Finocchiaro che leggerà brani tratti da Erri De Luca, Wislawa Szymbroska,Kostantinos Kavafis, Cormac Mccarthy, Alessandro Leogrande, Alessandro Baricco.

Alle 19.00, per la sezione Frontiere nel Cinema, Alberto Castellano e Donatella Finocchiaro presentano alcune sequenze significative dal film “Terraferma” di Emanuele Crialese.

Squilibri Incontri di lettura, a Napoli, dal 24 al 27 ottobre 2018, è promossa da A Voce Alta, Soup, La       Pagina che non c’era, Officine Gomitoli, in stretta collaborazione con la Biblioteca Nazionale, Laterzagorànapoli, gli istituti scolastici, gli istituti di cultura e le librerie, con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania, sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura (Mibac) e il sostegno di alcuni sponsor privati.

Go to TOP