Una coppia di genitori ha nuovamente aggredito la maestra di scuola dell’infanzia, in servizio in una scuola di Taranto, che fu arrestata dalla polizia il 23 novembre 2017 per maltrattamenti nei confronti di alcuni alunni di eta’ prossima ai tre anni. A renderlo noto e’ l’avvocato Egidio Albanese, difensore dell’insegnante, che e’ stata gia’ rinviata a giudizio. Un episodio simile si era verificato a meta’ marzo. Sabato scorso, secondo quanto riferito dal legale, la maestra e’ entrata nel portone del palazzo in cui abita ed e’ stata avvicinata dalla mamma di uno dei bambini che risultano vittime dei presunti maltrattamenti, che ha cercato con la forza di trattenerla.

La docente, racconta l’avvocato, si e’ divincolata e ha preso l’ascensore raggiungendo la propria abitazione. Nel frattempo il marito dell’insegnante si e’ rifugiato nella sua auto, inseguito dall’altro genitore. Quest’ultimo avrebbe battuto i pugni sul cofano della vettura e si sarebbe allontanato prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Anche questo episodio e’ stato denunciato al comando provinciale dei carabinieri. Lo scorso mese la maestra era stata malmenata mentre faceva acquisti in un negozio del centro e si era poi recata al pronto soccorso dell’ospedale per farsi medicare. Quando si trovava agli arresti domiciliari, come spiegato dall’avvocato Albanese, l’insegnante aveva gia’ subito minacce dalle stesse persone. Il processo con giudizio immediato a carico dell’insegnante avra’ inizio il 3 maggio.