A Taurianova il Concorso Internazionale Madonnari

A Taurianova il Concorso Internazionale Madonnari

Si è conclusa con un’invasione di bellezza, arte e migliaia di visitatori la quarta edizione del “Concorso Internazionale Madonnari – Città di Taurianova”, la manifestazione ideata dall’“Associazione Amici del Palco” tesa a valorizzare l’arte antica dei madonnariche ha acceso le serate estive di Taurianova portando l’arte preziosa di 50 artisti internazionali che con i loro gessetti hanno realizzato un meraviglioso e immenso museo a cielo aperto.

Tra i migliori artisti del gessetto provenienti da ogni parte del mondo è riuscito a prevalere, convincendo tutto la giuria di qualità, il messicano Francisco Gonzalez (n.47),vincitore assoluto del Concorso che ha dichiarato: «Dedico questo trionfo a Dio, alla mia famiglia, ai miei amici. Io ho rappresentato la mamma di Gesù, una donna forte ma nello stesso tempo una donna che soffre e così deve essere ogni donna di oggi, anche se soffre deve essere forte. Ho messo l’anima in questo disegno ed è stato un onore inoltre aver gareggiato con tanti talentuosi colleghi madonnari».

Sul podio anche la giovanissima siciliana Dalila Turco (n.9) e il torinese Francesco Vallone (n.2) che hanno interpretato il tema del Concorso “L’espressione dell’amore nell’arte sacra” realizzando  entrambi l’abbraccio di Maria col bambino.

A decretare i madonnari vincitori una giuria di qualità – che ha valutato non solo le opere finite, ma anche la tecnica usata e diversi aspetti che rientrano nell’arte madonnara – composta dal parroco di Nocera superiore, don Raffaele Corrado, segno del gemellaggio fra i due più importanti Concorsi dei Madonnari del meridione, un parroco di Taurianova don Mino Ciano, il prof. Francesco Scialò, vice direttore dell’Accademia di Belli Arti di Reggio Calabria che sancisce la collaborazione con l’Accademia più antica della Calabria, il giornalista Vincenzo Varone della Gazzetta del Sud, il prof. Albino Cannizzaro del Liceo Artistico di Palmi, la prof.ssa Antonella Larosa, come rappresentante dell’Associazione Amici del Palco, l’Assessore alla Cultura di Taurianova Luigi Mamone e Filippo Andreacchio, presidente della Consulta delle Associazioni di Taurianova.

Anche i visitatori hanno avuto la possibilità di votare le opere ed in tantissimi hanno espresso la loro preferenza dopo aver ammirato lo spettacolo straordinario dei madonnari che hanno dipinto le loro opere sotto il sole calabrese per tre giorni affascinando ogni passante. Ed il pubblico fra tutte le opere ha premiato i due artisti più giovani del Concorso, ancora minorenni, i siciliani Domenico Costanza (n.10) e Dalila Turco (n.9), e poi il messicano Vargas Melchor Gilberto Mauricio (n.13) la cui opera è stata scelta anche dalla Scuola di Recitazione della Calabria che ha regalato una performance originalissima e sorprendente dando vita e voce all’immagine sacra rappresentata.

Apprezzatissime anche le opere dei giovani Madonnari, nel concorso riservato a loro “Madonnari Experimentations”, fortemente voluto dal maestro madonnaro GennaroTroia, direttore artistico dell’evento e fondatore della Scuola Napoletana dei Madonnari che ha offerto ai giovani anche un workshop gratuito di avvicinamento all’arte del gessetto.

Enorme successo dunque per la  manifestazione unica nel suo genere in tutta la Calabria, a cui hanno partecipato migliaia di visitatori, istituzioni e diversi rappresentanti politici dell’intera regione, e ha visto anche la presenza del Vescovo Francesco Milito che con interesse si è soffermato su ogni opera artistica accompagnato dalpresidente dell’Associazione Amici del Palco, l’arch. Giacomo Cariati che nel suo saluto finale ha voluto condividere i complimenti ricevuti da tutti i visitatori con gli instancabili soci dell’Associazione, che da volontari hanno tutti lavorato incessantemente e con tanto entusiasmo per la riuscita dell’evento che ha colorato la città.

La manifestazione è stata supportata dal patrocinio del Comune di Taurianova, dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, dal Consiglio Regionale della Calabria, dalla Regione Calabria, dalla diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, dall’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dalla Consulta delle Associazioni di Taurianova e dalla partnership artistica/didattica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “V. Gerace”, Liceo Artistico di Cittanova, dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N. Pizi”, Liceo Artistico di Palmi e della Scuola di Recitazione della Calabria con sede a Cittanova (RC); ed è stata possibile grazie alle tante aziende del territorio che hanno sposato l’evento con la loro sponsorizzazione e aderendo numerosi all’iniziativa “Adotta un Madonnaro”, che ha permesso un’accoglienza confortevole agli artisti internazionali.

Share this post