A Napoli guerra ai parcheggiatori abusivi, alla raccolta di firme aderisce anche il Comandante della Polizia Municipale

A Napoli guerra ai parcheggiatori abusivi, alla raccolta di firme aderisce anche il Comandante della Polizia Municipale

Ci sono anche adesioni eccellenti alla battaglia in corso a Napoli contro la piaga dei parcheggiatori abusivi. Un fenomeno annoso che non si è mai riuscito a risolvere veramente. Ora, alla raccolta straordinaria di firme per chiedere l’arresto dei parcheggiatori abusivi ha aderito anche il comandante della Polizia municipale. Sono stati distribuiti centinaia di adesivi con la scritta ‘Io non ti pago’. Le piazze dei parcheggi abusivi gestite dai clan come quelle di spaccio. E i parcheggiatori sfidano
apertamente le Istituzioni in piazza. “La raccolta straordinaria di firme a sostegno della nostra petizione per chiedere pene piu’ severe per i parcheggiatori abusivi ha avuto un successo superiore alle nostre aspettative e ne siamo particolarmente soddisfatti perche’ significa che, finalmente, si sta prendendo coscienza del fenomeno e lo si vuole combattere. Oramai abbiamo superato le 7.000 adesioni”. Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il consigliere comunale del Sole che ride, Marco Gaudini, che, insieme allo speaker Gianni Simioli de La radiazza, hanno fondato la pagina facebook ‘Io odio i parcheggiatori abusivi’ “per raccogliere denunce e segnalazioni e per lanciare la petizione con la quale si chiedono provvedimenti  legislativi che portino i parcheggiatori abusivi in carcere e non ci si limiti alle multe che nessuno paga. Vogliamo ricordare a tutti che i parcheggiatori abusivi creano un business illegale di 100 milioni di euro l’anno, sono quasi tutti pregiudicati e che molte famiglie criminali oramai gestiscono le piazze dei parcheggi abusivi come quelle di spaccio. Per questo stamane abbiamo incontrato anche il Questore e il Prefetto”.

Share this post