A Bagnoli i nuovi studi della Rai, parte la petizione popolare

A Bagnoli i nuovi studi della Rai, parte la petizione popolare

bagnoli_web

DI LAURA BERCIOUX

Un raccolta di firma, una petizione popolare per Bagnoli. Il cuore della petizione è la realizzazione dei nuovi Studi Rai a Coroglio all’interno del parco di 120 ettari. Il Consiglio Comunale ha individuato nella Città della Musica e del Teatro olte la produzione televisiva e cinematografica, il polo attrattivo che trasformerebbe l’area di bagnoli bloccata da almeno 20 anni. “Oltre 20mila posti di lavoro”, dice il consigliere comunale Carmine Attanasio che ha parlato dell’importanza di questa petizione e della grande chance che Bagnoli potrà dare al mondo del lavoro.

La petizione popolare per Bagnoli, continua Attanasio, che se realizzata “determinerà nell’area di Coroglio un grandissimo attrattore che sarà in grado di sviluppare oltre ventimila posti di lavoro tra diretto e indotto attirando ingenti investimenti anche privati. Ora considerato che in città di tutto si parla tranne che dell’importante decisione assunta dal Consiglio Comunale ho deciso di trasformare quell’importantissimo atto politico nell’ennesima petizione popolare a favore della città della Musica; la sottoscrizione di tale atto determinerà anche quella partecipazione popolare tanto invocata, con atti e documenti presentati in aula, dalla mia collega di partito Teresa Caiazzo.

La proposta è quella di realizzare un parco a tema, unico nel suo genere in Italia, che valorizzerebbe l’enorme ricchezza culturale della città di Napoli rappresentata dalla musica e dal teatro”. Secondo il Consigliere Attanasio la Città della Musica di Bagnoli avrà un auditorium per concerti dino a 10mila posti a sedere, auditorium quindi per musicali, teatrali, congressi, produzione televisiva e cinematografica; un museo della musica e del teatro; studi cinematografici; sale d’incisione e di ascolto musica; negozi di souvenirs e strumenti musicali; parco giochi a tema musicale, teatrale e cinematografico; ristoranti, pizzerie, bar, pub e discoteche con musica dal vivo, ognuna di genere diverso. Anche le attività dello Stadio San Saolo troveranno posto all’interno del parco. Il parco, lancia l’iniziativa Attanasio, dovrebbe essere dedicato a Pino Daniele.

Share this post