E’ Ciro Corona, leader della storica associazione anticamorra di Napoli, il coordinatore del progetto R-Esistenze Meridionali nato dall’unione di R-Esistenza Anticamorra Scampia e Pedagogia della R-Esistenza Università della Calabria, percorso scientifico-didattico ideato da Giancarlo Costabile, docente di Storia dell’educazione alla democrazia presso l’Ateneo cosentino.

Nell’Officina delle Culture “Gelsomina Verde” di Scampia, a pochi metri dalle Vele, è nato, nel corso di una partecipata riunione, il nuovo soggetto culturale e sociale che si pone l’obiettivo di costruire una educazione militante, decolonizzatrice e di coscientizzazione per il popolo meridionale.

“L’Officina delle Culture Gelsomina Verde di Scampia – dichiarano Ciro Corona e Giancarlo Costabile – vuole diventare il più grande laboratorio sociale di cittadinanza attiva del Meridione. E’ arrivato il momento, continuano Corona e Costabile, di mettere in discussione la sovrastruttura ideologica dell’Italia duale: quella che ha legittimato il modello della subalternità economico-civile del Mezzogiorno nei confronti del Nord del Paese. Il progetto R-Esistenze Meridionali è l’incubatore di un nuovo modello di democrazia partecipativa e sociale che il Sud vuole affermare per cambiare la struttura di potere che regge il Paese, e di cui proprio l’antimafia dei palchi e dei salotti, pagata dalla politica con il denaro pubblico, rappresenta una delle sue peggiori articolazioni di dominio territoriale. Non è più accettabile vedere le nostre terre ridotte ad un deserto tartaro, dal quale si fugge per disperazione. Ci sono le condizioni per costruire una nuova rete sociale che stimoli dal basso il cambiamento della società meridionale, e faccia del nostro Paese una nazione unita in modo omogeneo da Nord a Sud”.

La prima uscita di R-Esistenze Meridionali, continuano Corona e Costabile, sarà la promozione di una scuola di formazione permanente alla cittadinanza attiva e all’economia legale tra il quartiere partenopeo e l’Università della Calabria denominata ‘Agorà: democrazia bene comune’, che verrà presentata a Scampia nel mese di luglio attraverso una iniziativa dedicata alla nuova Questione Meridionale. La sfida che lanciamo – concludono Corona e Costabile – è ri-costruire lo Stato a Sud di Roma facendoci noi stessi Stato, quello della Costituzione per intenderci, puntando sui comportamenti e i doveri di cittadinanza, per dimostrare a tutti che il Meridione è in piedi e ha frantumato per sempre quella condizione di minorità che ha relegato la nostra gente a vivere inginocchiata e silente”.