SVEGLIA NAPOLI / AL VIA IL POLO TECNOLOGICO DI SAN GIOVANNI A TEDUCCIO

Apple, Fiat, Getra, Adler tra le aziende pronte a insediarsi nella complesso realizzato dall’Università Federico II

San Giovanni a Teduccio, cuore dell’area Napoli Est, interessata a un ampio progetto di rilancio con il sostengo dei Fondi europei. Nel complesso della ex Cirio, la Facoltà di Ingegneria si è sdoppiata: da settembre c’è posto per mille matricole. Che potranno studiare fianco a fianco con i cinque-seicento che saranno ammessi ai corsi per programmatori di app in ambiente iOS organizzati dalla Apple.

Ne parlano Angelo Lomonaco sul Corriere del Mezzogiorno e Bianca de Fazio per Repubblica Napoli nelle pagine del 19 maggio. “Per la prima volta – scrive Lomonaco – le matricole di Ingegneria potranno scegliere tra lo storico Politecnico di Fuorigrotta e il nuovo Polo tecnologico di San Giovanni a Teduccio”.

Sorgono qui, nello storico stabilimento della ex fabbrica di conserve, laboratori per esperimenti relativi alla statica degli edifici o all’aeronautica, all’ingegneria dello sport o alla realtà virtuale, al collaudo di impianti di pompaggio e alla realizzazione di strutture in fibra di carbonio, come quelli già in funzione, si parla di migliaia di metri cubi. Il complesso è dotato anche di un grande parcheggio sotterraneo che può ospitare 40o auto.

Ma la sfida va oltre i confini delle attività accademiche dell’Università Federico
II. E’ in realtà una rivoluzione che coinvolgerà l’intero quartiere. Infatti la Federico Il,
per favorire l’interazione con la realtà circostante, ha deciso di non ospitare centri ristoro
all’interno del complesso, dove invece sorgerà una sorta di parco verde aperto al pubblico.

Il Polo tecnologico ospiterà inoltre alcuni laboratori del Cnr ed alcune aziende hanno oltre al centro Apple: Axa Matrix, Getra, Adler e Fiat hanno manifestato interesse per la localizzazione di proprie attività di ricerca e sviluppo.

Go to TOP