Caso Cucchi, scritte a Bari contro il carabiniere indagato

Caso Cucchi, scritte a Bari contro il carabiniere indagato

Due scritte contro il carabiniere brindisino, Francesco Tedesco, indagato nell’inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi sono apparse a Brindisi. “Via gli infami da Brindisi, Cucchi vive” è la scritta comparsa su un muro in viale Risorgimento, stessa frase è impressa con spray nero sulla recinzione della palestra che frequentava il militare. Firmato Curva Sud. La foto di Tedesco è stata pubblicata da Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, su Facebook ed ha suscitato aspre polemiche.

Intanto Patrizia Moretti twitta la sua vicinanza a Ilaria Cucchi, che ha pubblicato su Facebook la foto del carabiniere indagato per la morte di Stefano Cucchi. Dopo di lei, Lucia Uva ha fatto la stessa scelta Patrizia Moretti con la foto del figlio Federico Aldrovandi

“A suo tempo non ho pubblicato le foto degli agenti ma con l’esperienza di oggi lo avrei fatto anch’io”. Così in un tweet, Patrizia Moretti, la madre di Federico Aldrovandi, il ragazzo di 18 anni morto durante un controllo di polizia a Ferrara all’alba del 25 settembre del 2005, vicenda per cui quattro poliziotti sono stati condannati in via definitiva. La Moretti si riferisce alla foto del carabiniere indagato per la morte di Stefano Cucchi pubblicata su Facebook dalla sorella Ilaria, con il militare che ha querelato. Lucia Uva, poi, ha deciso di imitare l’esempio di Ilaria Cucchi: la sorella di Giuseppe Uva, morto in ospedale nel 2008 a Varese dopo essere stato fermato da poliziotti e carabinieri e portato in caserma, posta l’immagine di un agente coinvolto.

Share this post