29 aprile – Ottaviano – Un invito a Palazzo

Domenica 29 aprile alle 16.00 al Castello mediceo (via Salita Principe, 36) di Ottaviano si terrà “Un invito a Palazzo” un percorso teatralizzato alla scoperta delle bellezze storiche artistiche del castello.

“L’idea di fondo – dice Maria Novella Tarantino, guida turistica autorizzata dalla Regione Campania, autrice del testo ed ideatrice del progetto – è quella di illustrare i luoghi e raccontarne la storia in maniera coinvolgente e originale, sfruttando le magnifiche ambientazioni naturali e costumi d’epoca. Il mio progetto è stato accolto dal sindaco di Ottaviano Luca Capasso e dall’assessore alla cultura Marilina Perna che lo hanno apprezzato e voluto realizzare”.

Un viaggio nel tempo che fa rivivere i momenti storici più importanti e i fasti della corte dei Medici; il percorso teatrale è a cura dagli attori dell’”Accademia vesuviana del Teatro e del Cinema” di Gianni Sallustro che ne è anche regista ed interprete principale.

Il percorso è diviso in quattro quadri: ad apertura del percorso il pubblico incontra Bernardetto e Giulia de’ Medici che, acquistato nel 1567 il feudo di Ottajano, si impegnarono a ricostruire quello che al tempo doveva essere un rudere, trasformandolo in una residenza signorile a corte interna. Fu Giulia De Medici, che dopo un primo momento di smarrimento per il trasferimento da Firenze a Ottajano, decise di adoperarsi per rendere il luogo molto più bello con la realizzazione di opere d’arte e la costruzione di palazzi e strade nuove.  A seguire le storie di Giuseppe I de’ Medici, che acquistò dai Barberino il ducato di Sarno diventando così Principe di Ottajano e Duca di Sarno, e  di Luigi de Medici mente brillante al servizio di Ferdinando IV e poi del successore Francesco I di Borbone. Infine sarà Gabriele D’Annunzio a salutare il pubblico; fu lui, infatti, che nel 1892, fra una sfida poetica al Gambrinus e la collaborazione con Scarfoglio, trascorse alcuni mesi a Palazzo Mediceo, ospite della Principessa Emma Gallone.

Il format si propone di rendere fruibile ad un pubblico sempre più vasto il Palazzo dei Principi di Ottaviano.

Gli interpreti di “Un invito a Palazzo” sono: Gianni Sallustro, Tommaso Sepe, Andrea Palmese, Giada Emanuela De Gennaro, Anthony Dylan Ciliberti, Ivan Cozzolino, Emanuele Boccia, Davide Vallone, Carmine La Marca, Luisa Criscuolo, Vincenza Granato, Valentina Maffettone, Alina Ambrosio, Mario Offertucci, Michela Tammaro.

Il percorso di visita si snoda attraverso i giardini del palazzo e parte dei suoi ambienti situati al piano nobile. Ingresso gratuito. Per maggiori informazioni: 3313532137

Notizie

L’Accademia Vesuviana del Teatro e Cinema nasce nel 2007 ad Ottaviano dal bisogno concreto di offrire un servizio mai proposto fino a quel momento nel territorio vesuviano; far vivere il teatro, il cinema, la televisione, la musica, il canto, la danza non più solo come passatempo o hobby, ma come arte da valorizzare e da affinare. Per questo, la scuola fondata da Gianni Sallustro offre una formazione professionale qualificata: una preparazione a tutto tondo da cui prende forma la figura di un artista che, con consapevolezza, dà voce alle sue capacità espressive.

Dal 2007 (anno di fondazione), diversi sono i riconoscimenti ricevuti:

2012 Attestato di benemerenza per la legalità della Polizia di Stato

2014 Medaglia Aurata al merito

2015, entra a far parte della Biblioteca digitale sulla camorra e cultura della legalità dell’Università degli Studi di Napoli Federico II

2016 è candidata al premio Ubu con lo spettacolo “Mater Camorra”

2017 premio “Cultura a colori” come Eccellenza Campana

2017 “Miglior spettacolo” e “Miglior attrice” al Fringehart Festival

2017 targa per Alto valore artistico durante la rassegna di Teatro e Cinema “Estate Medicea 2017” dalla città metropolitana di Ottaviano

Nel 2018 riceve la targa per Alto valore culturale dal Comitato Civico “Cifariello”

Maria Novella Tarantino consegue la laurea in Conservazione dei Beni Culturali nel 2001 e partecipa a progetti culturali e scavi archeologici condotti dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (Pompei, Ostia, Somma Vesuviana). Dal 2002 al 2011 collabora alla rivista di poesia Poeti e Poesia, diretta da Elio Pecora (Pagine Editore, Roma). Ottenuta l’abilitazione dalla Regione Campania, svolge attualmente la professione di guida turistica.

Vai a TOP