La Poesia di Mario Longobardi. N’angelo

Il  poeta dialettale napoletano Mario Longobardi – che da oggi apre una rubrica settimanale sul SudonLine – è autodidatta. Ha  iniziato a scrivere poesie da qualche anno, dando vita ad una ispirazione che sentiva dentro di se da sempre. Le emozioni e le esperienze di vita presenti nella sua produzione, vengono  trasmesse al lettore di ogni età. Nella solitudine dell’uomo moderno, si sente il bisogno di qualcosa di più autentico e profondo: la poesia, in special modo la poesia napoletana, ricca di sfumatura e  colorita. Reale  e  ideale, presente e passato ( vi si notano  suggestioni  di Salvatore  Di Giacomo), si fondono in questa raccolta di liriche che tocca  vari temi:  la vita , la solitudine, il disincanto, l’amore. È  proprio l’amore il cardine della lirica di Mario Longobardi. L’autore ha fame di  amore; sente il bisogno di amare, di provare ad amare, di continuare ad amare, nonostante le delusioni e le cadute. L’ispirazione nasce dall’osservazione del mondo circostante e dall’analisi interiore dei propri sentimenti.

Anna Maria Cianfrani

Un cordiale saluto ai lettori, spero molti, appassionati di poesia. Come primo incontro ho scelto una poesia che rende un doveroso omaggio alla bellezza delle donne,  tratta dalla mia raccolta “Penziere d’ammore”. Spero sia di vostro gradimento e vi auguro un buon fine settimana.

Mario Longobardi

N’angelo

No… nun può essere reale!

Tu si n’angelo cadute ‘nterra

mentre pazzìave  ‘mmiez’è stelle,

si ‘nu suonne ca’ m’affascina e

nun me fa scetà.

Si ‘na notte chin’ è stelle

ca’ s’appiccian e se stutano,

quanne tu,

cu’ ll’uocchie sbatte

chistu core cchiù mme vatte.

‘Nu surrise che è ‘na rosa

do cchiù belle mese è maggio,

 

belle frisco spumeggiante,

comm’ ‘o mare

quanne saglie‘ngopp’ è scoglie…

tuzzuleanne ‘mpiett’a me,

‘o core s’è bagnato,

sule tu m’ ‘o può asciuttà.

Si ‘na jurnata fresca

a metà do mese auste.

No… tu nun si reale!

Tu si n’angelo cadute ‘nterra

mentre pazzìave ‘mmiez’è stelle

e grazie ‘o Pataterno…

si cadute ‘mbracci’a me.

 

https://www.amazon.it/Penziere-dammore-Mario-Longobardi/dp/1698830513/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1601593647&sr=8-1

www.facebook.com/mario.longobardi.7121

email: mario.longobardi1963@gmail.com

Note sull’autore

Longobardi Mario  è  nato  a Pompei  il 06 novembre 1963, attualmente  risiede  a Torre Annunziata  in  provincia di Napoli, da  sempre  innamorato della cultura napoletana  e  della  filosofia epicurea  del popolo  vesuviano.

Appassionato  di musica, di teatro, e dei grandi autori  partenopei.

Raccolte edite:

   Penziere d’ammore, poesie;

tradotto in spagnolo col titolo: Pensamientos de amor;

tradotto in portoghese col titolo: Pensamentos de amor;

     Ll’ammore e… ,racconti;

     Canto  ll’ammore, poesie;

     Suspire d’ammore, poesie;

Chiacchiere, ammore e babà, racconti;

Tutti  i volumi sono in vendita su Amazon.com

Contatti:

www.facebook.com/mario.longobardi.7121

email: mario.longobardi1963@gmail.com

Go to TOP