Via l’Imu arriva l’Iuc, sanatoria per le cartelle Equitalia, Meno tasse sui terreni agricoli: tutte le novità del maxi-emendamento del governo

 Casa, cuneo, spiagge, rottamazione delle cartelle Equitalia, indicizzazione pensione, sconto Imu per i terreni agricoli. Sono questi i temi principali che potrebbero entrare nel maxiemendamento che il Governo si prepara a presentare in Aula al ddl Stabilità
Gli stessi argomenti sono stati presentati nei giorni scorsi (e soprattutto ieri) in commissione Bilancio al Senato, dove il ddl Stabilità  questa notte ha finito la sua corsa. Durante la notte, infatti, i senatori della commissione hanno approvato il testo del ddl ma senza dare mandato ai relatori di riferire in Aula il provvedimento. Tecnicamente questo significa che decadono tutte le modifiche approvate fino a questo momento. Queste saranno reinserite, almeno le più importanti, in un maxiemendamento su cui il Governo porrà  la fiducia oggi in Aula.

SU CASA ARRIVA IUC CON 500 MILIONI AI COMUNI.

Tra le modifiche che oggi potrebbero essere inserite nel maxiemendamento, la proposta a firma dei relatori Giorgio Santini (Pd) e Antonio D’Alò (Ncd) sulla casa: depositata in commissione nel tardo pomeriggio di ieri, prevede che al posto della Trise arrivi la Iuc (Imposta unica comunale). Inoltre l’emendamento, che riscrive interamente gli articoli dal 19 al 24 in materia di Trise, mette a disposizione dei Comuni 500 milioni di euro per introdurre le detrazioni sulla prima casa. Detrazioni che, ha spiegato Santini, seguiranno i criteri del reddito e del carico familiare. Le coperture finanziarie vengono individuate con la riduzione del cosiddetto Fondo taglia tasse (400 milioni nel 2014) e del Fondo per le missioni internazionali di pace.

ESENTI DA IUC COMODATARI FINO A PRIMO GRADO PARENTELA

Saranno considerate prime case, quindi esenti dal pagamento della Imposta unica comunale, anche gli immobili non di lusso concessi in comodato d’uso ai parenti fino al primo grado che li utilizzano come abitazione principale. Per questi l’agevolazione può essere applicata se la rendita dell’immobile risultante dal catasto non superi i 500 euro oppure se il ‘comodatario’ non abbia un Isee superiore ai 15 mila euro. Inoltre – prevede l’emendamento – saranno i Comuni che potranno considerare prime case anche gli immobili posseduti da disabili o anziani che hanno la residenza in istituti di ricovero o sanitari e quelli dei cittadini italiani residenti all’estero. Questi immobili però non potranno essere affittati.

NUOVE DETRAZIONI LAVORO PER CALO CUNEO

I tagli al cuneo fiscale saranno rimodulati: la detrazione viene applicata alla fascia di reddito tra gli 8 mila e i 35 mila euro. E la detrazione massima (225 euro) viene applicata ai redditi tra i 15 mila e i 20 mila euro, per poi scalare e azzerarsi a 35 mila euro.

EQUITALIA, SI PAGA 100% SENZA INTERESSI

Accordo raggiunto anche sulla rottamazione delle cartelle Equitalia: i relatori del ddl Stabilità  hanno depositato un emendamento che prevede che chi ha un debito possa pagarlo per intero e con le sanzioni ma senza interessi. Per usufruire della sanatoria sulle cartelle Equitalia , si dovrà  fare richiesta del regime agevolato entro il 30 giugno 2014 versando subito il 50% del debito più sanzioni. Il restante importo dovrà  essere pagato entro il 16 settembre 2014. ‘Restano comunque dovute per intero – si legge – le somme relative ai dazi e ai tributi costituenti risorse proprie iscritte nel bilancio dell’Unione europea e quelle dovute per effetto di sentenze di condanna della Corte dei Conti’.

SU SPIAGGE DELEGA A GOVERNO ENTRO GIUGNO E SANATORIA. 

Trovato dalla maggioranza anche l’accordo sull’emendamento spiagge. L’emendamento riformulato – anticipato da Public Policy – prevede che entro il giugno 2014 il Governo debba adottare un decreto legislativo per riformare la legislazione relativa alle concessioni demaniali marittime. L’emendamento stabilisce che il Governo nel decreto dovrà ‘prevedere la disponibilità  ad offrire canoni in misura superiore rispetto a quella prevista dalla normativa vigente’ e ‘prevedere le modalità  di trasferimento in proprietà  alle Regioni dei beni appartenenti al demanio marittimo, e delle relative pertinenze, assicurando l’invarianza degli effetti sui saldi di finanza pubblica anche attraverso la riduzione dei trasferimenti, con esclusione dal trasferimento dei beni in uso per effettive finalità  istituzionali alle amministrazioni dello Stato, nonchè dei porti di rilevanza nazionale e internazionale secondo la normativa di settore’. Lo stesso emendamento prevede che ‘le pendenze giudiziarie in essere alla data del 30 settembre 2013 concernenti il pagamento in favore dell’Erario statale dei canoni e degli indennizzi per l’utilizzo dei beni demaniali possono essere integralmente definite a domanda all’ente gestore da parte del soggetto interessato’ o in un’unica soluzione ‘di un importo tra il 40% e il 50% delle somme dovute’ o a rate fino a un massimo di 12 ‘di un importo compreso tra il 60 e il 70%, oltre interessi legali’. La domanda di ‘sanatoria’ dovrà essere presentata, si legge ancora, entro il 31 gennaio 2014 e il pagamento (o la prima rata) dovrà arrivare entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.

RELATORI RITIRANO EMENDAMENTO INDICIZZAZIONE PENSIONI

Ritirato invece l’emendamento dei relatori alla legge di Stabilità , sulla rivalutazione delle pensioni e sul contributo di solidarietà . L’emendamento prevedeva appunto la rivalutazione fino a 4 volte il trattamento minimo Inps e il prelievo di solidarietà del 5% sugli assegni d’oro oltre i 90 mila euro annui a salire.

NIENTE EMENDAMENTO STADI. SE NE RIPARLA ALLA CAMERA

Come preannunciato slitta nel ddl Stabilità la norma sugli stadi. La quadra non si è trovata e il Governo ha deciso di rimandare la discussione alla Camera. Il sottosegretario Giovanni Legnini ha detto infatti: ‘La norma verrà affrontata alla Camera’.

SCONTO IMU PER TERRENI AGRICOLI

Nuovi coefficienti di rivalutazione per il calcolo dell’Imu per i terreni agricoli, con una concentrazione in favore di quelli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. Quindi diminuzione – per i terreni agricoli – del coefficiente moltiplicatore, utilizzato per il calcolo della base imponibile, che scende da 135 a 125. Per i terreni agricoli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali il coefficiente passa da 100 a 58. E’ il contenuto di un altro emendamento presentato ieri dai relatori e che oggi potrebbe essere inserito nel maxiemendamento. La nuova manovra – si legge nella relazione tecnico-illustrativa all’emendamento – potrebbe comportare ‘una perdita di gettito Imu pari a 78 milioni di euro annui, per i terreni posseduti da agricoltori professionali’ e ‘di 30 milioni all’anno’ per quelli non posseduti da professionisti del settore.

COSTI STANDARD ENTRO 2015

L’attività di monitoraggio e di revisione del fabbisogno e dei costi standard di Regioni e enti locali dovrà essere completata entro il 2015.

CIRCA 100 MLN IN DUE ANNI PER LA SARDEGNA

Arriveranno dal 2014 circa 100 milioni in due anni (2014-2015) a cui si vanno ad aggiungere le anticipazioni dell’Anas per ricostruire le strade danneggiate.

CREDITI DA CDP CON GARANTE STATO E PIATTAFORMA MUTUI 

La Cassa depositi e prestiti potrà contare sulla garanzia dello Stato per acquistare titoli cartolarizzati delle imprese di ogni dimensione. Nasce inoltre il Sistema nazionale di garanzia composto da un Fondo di garanzia per le Pmi, un fondo per i mutui delle famiglie e dei giovani con contratto co.co.pro e un fondo per la ricerca.

ISTITUZIONE DEL FONDO UNICO EXPO 

Con un altro emendamento i finanziamenti statali relativi ‘alle opere di connessione infrastrutturale del Tavolo Lombardia’, per l’Expo 2015, ‘confluiranno in un apposito fondo denominato ‘Fondo unico Expo: infrastrutture strategiche di connessione all’Expo 2015′, finalizzato alla realizzazione delle opere indispensabili per lo svolgimento dell’evento’. Il nuovo Fondo unico – già annunciato nelle scorse settimane dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi – dovrà recepire le indicazioni del sottotavolo regionale per Expo, chiamato a tracciare un bilancio dei cantieri aperti e a mettere nero su bianco le opere prioritarie.

PORTABILITA’ CONTI CORRENTI ANCHE PER POSTE

Arriva la portabilità sia per i conti correnti bancari che per tutti i prestatori di servizi di pagamento, come Poste italiane. La proposta chiarisce che il trasferimento riguarda i servizi di pagamenti di cui il cliente usufruisce ma non il ‘conto’ in quanto tale che ‘non è trasferibile’. L’emendamento introduce la possibilità per i risparmiatori di trasferire a costo zero presso un altro istituto i servizi di pagamento di cui usufruisce con il conto corrente in un arco temporale di 14 giorni lavorativi.

MENO 100 MILIONI AL TAV

Al progetto Tav Torino-Lione andranno 49 milioni in più nel 2014 (con un corrispondente taglio sulle risorse previste per il 2017) e saranno tolti 100 milioni di euro nel 2015 da destinare all’Anas per la manutenzione delle strade.

MANAGER PUBBLICI IN ROSSO? A RISCHIO LICENZIAMENTO

Secondo un emendamento del Governo gli amministratori di società pubbliche locali rischieranno il licenziamento se per due anni consecutivi l’impresa risulterà in perdita.

VEICOLI SEQUESTRATI

Un emendamento dei relatori punta a liberare dagli appositi depositi i veicoli custoditi da oltre 2 anni, indipendentemente dallo stato di conservazione.

AUMENTO BOLLO SU DEPOSITI ESTERI 

Sale dall’1,5% al 2% dal 2014 l’imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero dagli italiani. Anche questo è un emendamento del Governo che deve essere ancora votato.

What Next?

Recent Articles