01182018Headline:

Tutti i segreti della mutanda anti-stupro inventata da una ragazza indiana

Una ragazza indiana ha sviluppato biancheria intima a prova di stupro con una serratura, un allarme GPS per la polizia e una videocamera per registrare il volto di un aggressore.
Seenu Kumari, nata in una famiglia povera a Farrukhabad, nell’Uttar Pradesh, ha speso meno di 50 sterline nel creare i pantaloni che hanno pulsante per le chiamate di emergenza e un lucchetto a combinazione.
L’indumento rosa, che l’adolescente spera di portare al mercato più ampio, è anche a prova di proiettile e non può essere tagliato da un coltello.
Abusi sessuali, stupri e molestie su minori non sono raro in Uttar Pradesh, con le donne regolarmente attaccate per strada e la pornografia da stupro vendute al banco per pochi spiccioli
“Il poliziotto è in grado di arrivare sulla scena del crimine seguendo il GPS e sventare il tentativo di stupro”, spiega la ragazza. Che ha anche installato un videoregistratore in modo che possa catturare e memorizzare l’identità dei colpevoli. L’adolescente ha aggiunto: “Una donna non ha bisogno di indossare sempre questo intimo. Può indossarlo quando viaggia da solo o se trova un posto non sicuro. Questo può aiutare a salvare la donna dagli uomini malvagi che tenterebbero di violare la sua dignità”.

What Next?

Recent Articles

Leave a Reply

Submit Comment