Trasporti locali, Comune e Regione Campania ai ferri corti

“Maggiore vicinanza rispetto agli enti locali e, in particolare, rispetto al Comune di Napoli che sta facendo sforzi enormi”. Questo l’appello del sindaco di Napoli Luigi de Magistris rivolto al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro a margine della presentazione del programma per il 2014. “Per noi – ha spiegato il sindaco – il trasporto pubblico è una priorità, ma abbiamo subito una riduzione dei trasferimenti dalla Regione che, invece, ci deve dare i finanziamenti necessari. Noi abbiamo difficoltà con l’assessore Vetrella, non con Caldoro. Penso a quello che succede quando ci sono le partite che la Linea 2 non va”. Il sindaco ha poi annunciato che si sta lavorando per mantenere aperta la Linea 1 della metropolitana fino alle ore 2 del mattino nelle giornate di venerdì e sabato, mentre per quanto riguarda il trasporto su gomma è stato annunciato che arriveranno autobus nuovi anche elettrici. “Per farci stare tranquilli – ha proseguito de Magistris – servono in città tra i 450 e i 500 autobus che con il miglioramento della metropolitana potremo dislocare meglio e in quartieri non serviti dal trasporto su ferro”. Autobus in arrivo, ma si corre il rischio di non avere il personale necessario:”Abbiamo chiesto alla Regione di poter impiegare autisti Eav, ma – ha sottolineato il Primo cittadino partenopeo – al momento con la Regione non c’è accordo”. Su altri temi invece De Magistris ha ribadito che il comune non viene coinvolto:”Siamo stati tagliati fuori dal dibattito acqua e rifiuti. Sto chiedendo da mesi a Caldoro e al ministro Orlando di avere l’area dove loro volevano fare l’inceneritore. Lì vorremmo farci un eco distretto compatibile con l’ambiente, ma non ci viene dato. Qualche volta forse – ha concluso il sindaco – visto che siamo un po’ troppo vulcanici cercano di metterci qualche lacciuolo sulle gambe”.
“La Regione dialoga con il sistema delle autonomie locali e risolve i problemi, venendo incontro alle necessità. Con l’Anci la collaborazione e il dialogo sono costanti”. Lo ha dichiarato l’assessore al turismo della regione Campania Pasquale Sommese in merito alle dichiarazioni rese stamattina dal sindaco di napoli Luigi de Magistris. “Alle polemiche rispondiamo come sempre con i fatti – ha sottolineato Sommese – E’ evidente che la crisi colpisce tutti ma nei momenti di difficoltà si risponde con la responsabilità istituzionale. Al sindaco di Napoli, che in questi ultimi giorni è tentato dalle polemiche strumentali, ricordo che la Regione ha fatto per il comune capoluogo quello che non fa nessuna altra regione di Italia”. L’assessore campano ha redatto un elenco di tutte le azioni messe in campo dalla Regione. Sommese porta come primi esempi la riqualificazione del centro storico, Napoli est e del sistema della portualità grazie ai grandi progetti. “Con nostre risorse – ha ribadito – è partita la linea 1 della Metropolitana e il risanamento dei trasporti”. Si passa poi all’impulso dato dall’amministrazione regionale per il rilancio del San Carlo e del sistema culturale e turistico. “L’amministrazione comunale – ha poi concluso Sommese – non cerchi paraventi ma si concentri nella risoluzione dei problemi quotidiani dei cittadini”.

What Next?

Recent Articles