01162018Headline:

Traffico di droga, sequestro di beni a tre imprenditori

Sequestro beni bis ai fratelli Raffaele e Giuseppe Maurelli e a Paolo Del Sole, i tre imprenditori del Napoletano incensurati cui faceva capo un traffico di ingenti quantita’ di droga su imbarcazioni dal doppiofondo dal Sud America via Spagna e destinata a diversi clan a Napoli. I tre sono stati arrestati il 19 aprile scorso in una operazione della polizia di Napoli, supportata da personale della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, del Servizio centrale Operativo, con la collaborazione di personale dell’Unidad de Drogas Y Crimen Organizado di Madrid, per detenzione, acquisto, trasporto ed importazione di ingenti quantitativi di cocaina dal Sud-America alla Campania, attraverso il canale spagnolo.

Nelle fasi della notifica dei provvedimenti del gip, le perquisizioni a carico dei tre imprenditori hanno permesso di sequestrare (oltre ai beni elencati in un decreto di sequestro preventivo per un valore di dieci milioni di euro) due casseforti-caveau contenenti preziosi, gioielli, lingotti, oltre sessanta orologi tra Rolex, Adam Piguet e Patek Philippe (per un valore stimato di circa un milione di euro) e denaro contante per oltre 200mila euro. In uno scantinato di uno degli appartamenti nella disponibilita’ di Raffaele Maurelli, a Pompei, e’ stata sequestrata una scatola contenente sette bombe a mano da guerra di produzione nell’ex Jugoslavia, tutte complete di accenditore, e dei giubbotti antischegge, oltre ad una macchina per impacchettare denaro sottovuoto. La rimozione in sicurezza degli ordigni ha richiesto l’intervento del corpo degli artificieri, che hanno proceduto alla distruzione.

What Next?

Recent Articles