01192018Headline:

Serie A, il ritorno di Dybala: la Juve resta nella scia del Napoli

Riecco Paulo Dybala. Dopo il segnale lanciato in Coppa Italia con il gol al Genoa, la conferma in un momento complicato per la Juventus, che a Verona si stava impantanando pericolosamente dopo un primo tempo chiuso in vantaggio (Matuidi dopo 6′) e a lungo dominato. La rete di Caceres aveva infatti mandato in tilt i campioni d’Italia, ma ci ha pensato l’argentino, con una doppietta in pochi minuti (72′ e 77′), a regalare il successo per 3-1 contro l’Hellas e il ritorno a -1 dal Napoli campione d’inverno. A meno di miracoli delle inseguitrici, saranno queste due a giocarsi il titolo, come nei pronostici estivi. La Roma non va oltre l’1-1 casalingo all’Olimpico contro il Sassuolo e perde qualcosa dalla vetta. Missiroli risponde a Pellegrini, mentre i giallorossi hanno qualcosa da recriminare per i gol annullati dal Var a Dzeko e Florenzi. In attesa del recupero del match contro la Sampdoria, sono adesso 9 i punti di ritardo dalla capolista Napoli. L’Inter interrompe la striscia di tre ko di fila, Coppa Italia compresa, ma non il digiuno da gol e vittorie contro una Lazio che nella ripresa, dopo l’ingresso di Felipe Anderson, e’ andata vicina al successo in piu’ di un’occasione. Nessun gol al Meazza, dove non sono mancate certo le emozioni in quello che era una sorta di spareggio per la Champions League. Una doppietta di Quagliarella nel finale (una rete su rigore) spiana la strada alla Sampdoria che fino a quel momento stava soffrendo e non poco contro la Spal. Un successo che rilancia in classifica i blucerchiati dopo un periodo non proprio brillante. Nel lunch match della giornata, la Fiorentina e il Milan hanno pareggiato 1-1. A determinare il risultato le reti messi a segno da Simeone e Calhanoglu a meta’ della ripresa (nel giro di tre minuti). L’Udinese ormai sa solo vincere e porta a cinque i successi consecutivi. La squadra di Oddo stavolta vince in rimonta sul campo del Bologna (terzo ko nelle ultime quattro) e si porta a ridosso del sesto posto, che significherebbe preliminari di Europa League. L’autorete di Danilo scuote i friulani, che pareggiano con Widmer e mettono la freccia con Lasagna, alla settima rete stagionale. Non va oltre il pari senza reti davanti al proprio pubblico il Torino, che impatta contro il Genoa. Un punto che serve piu’ alla squadra di Ballardini per muovere la classifica, mentre quella di Mihajlovic aveva bisogno di punti per ritrovare una classifica migliore. Per tornare alla vittoria che mancava dal 19 novembre scorso, il Cagliari sceglie una delle vie piu’ difficili e cioe’ battere a domicilio l’Atalanta che ferma a 8 i risultati utili consecutivi. Le reti in avvio di Pavoletti e Padoin bastano alla squadra di Lopez per chiudere l’anno solare con tre punti molto importanti per la classifica. Nel finale, Gomez riapre il match. Prima storica vittoria del Benevento in serie A che arriva all’ultimo turno del girone d’andata. Una rete nella ripresa di Coda permette alla squadra di De Zerbi di battere il Chievo di Maran, al quarto stop nelle ultime cinque gare con appena un punto. Per i sanniti la salvezza rimane comunque molto lontana, al momento a 11 punti.

What Next?

Recent Articles