San Valentino, a Napoli in piazza contro la violenza sulle donne

Combattere la violenza sulle donne con il ballo. L’evento è stato organizzato per sensibilizzare milioni di uomini e donne su un tema che continua ad essere attuale. È da questi presupposti che domani, 14 febbraio, torna il “One Billion Rising”, come racconta il Corriere del Mezzogiorno.

one billion rising

A Napoli si scende in piazza alla galleria Principe Umberto I dalle 17, al Plebiscito dalle 16 e nello spazio antistante il Palazzo di Giustizia al Centro Direzionale dalle 11. La manifestazione può sintetizzarsi nello slogan “un miliardo di donne stuprate sono un’atrocità, un miliardo di donne che ballano sono una rivoluzione”. Il numero, solo apparentemente enorme, nasce dalle statistiche: almeno una donna su tre ha subito o subirà violenza nel corso della propria vita; su una popolazione mondiale di quasi sette miliardi significa un miliardo di donne. La coreografia, la stessa per tutte le manifestazioni, si conclude con un dito alzato verso il cielo, simbolo di una reazione compatta e decisa. L’iniziativa è stata lanciata da V-Day, il movimento mondiale fondato a New York da Eve Ensler.

Alla manifestazione a Napoli hanno aderito l’assessorato alle Pari Opportunità del Comune, la rete ‘Se Non Ora Quando Napoli’, CGIL Napoli, Le Kassandre, Rio Abierto, associazione TerradiLei, la Consulta delle Elette, Hewlett Packard, UDI NAPOLI, Amnesty International Gruppo Napoli, Cooperativa Sociale Nascere – Natura, scienza e responsabilità nella messa al mondo nel terzo millennio, CISL NAPOLI, Rete Campana Donne di Sinistra Ecologia e Libertà, ARCI DONNA, UIL NAPOLI e CAMPANIA, Associazione Maddalena, Associazione Napole è femmena, Medea Fattoria sociale, Associazione La Gradiva, Sportello Antiviolenza Lilith, Liceo di Scienze Umane Villari , ITC Caruso, I.C. Bonghi, ISIS Isabella d’Este – Caracciolo, A.C.F Campana, associazione Banca del Tempo.

What Next?

Recent Articles