Rione Terra, l’ultima generazione della vecchia città torna in piazza


Magica serata domenica 22 dicembre a Pozzuoli (Napoli). È tempo di “Rione Terra- The Last Ship”, un evento ideato da Paolo Lubrano che si è fatto portavoce dall’ultima generazione di cittadini che ha avuto modo di vivere i vicoli, le strade e le piazze dell’antica Rocca, prima che fosse chiusa nel 1970, e che forse non avrà più modo di farlo. Per loro è davvero l’ultima nave. Alle ore 21, nella darsena si potrà partecipare a un particolare viaggio emozionale, ideato da Paolo Lubrano e prodotto con Patrizio Rispo, attraverso la millenaria storia del Rione Terra.
 L’iniziativa è un’anteprima del Premio Civitas 2014. Sarà una particolare e originale ricostruzione artistica di alcuni eventi storici significativi con cui si vuole provare a dare “voce” al senso di amarezza che alcune generazioni di puteolani stanno vivendo a causa del protrarsi, da oltre 40 anni, dei lavori di ricostruzione del Rione Terra. I giovani, ma ormai anche i meno giovani, non hanno mai potuto vivere quotidianamente quei luoghi; associano il Rione Terra alle gru che lo dominano dall’alto, lo sentono come un “corpo” estraneo nel quale ripongono imprecisate aspettative per il futuro rilancio della città. Ci sono poi generazioni che in quei luoghi sono nate e cresciute che oggi, dopo 40 anni di promesse e rinvii, vivono nella consapevolezza che probabilmente non avranno più la possibilità di riappropriarsene. Nel tentativo di porre un argine alla perdita di memoria storica e per sensibilizzare cittadini e Istituzioni, dal 1 dicembre, sono state distribuite in scuole, bar, ristoranti e centri di aggregazione, 10mila cartoline sulle quali ognuno ha potuto scrivere il proprio pensiero o ricordo del Rione Terra. I cittadini potranno consegnare le cartoline durante la serata dell’evento e gli organizzatori provvederanno ad inviarle al Ministro per i Beni Culturali, Massimo Bray, per chiedere un intervento deciso del Governo e la conclusione dei lavori di ricostruzione e recupero. Oltre al patrimonio storico e culturale “emerso”, il Rione Terra nasconde nelle sue “viscere” la storia millenaria della città di Pozzuoli. È in quei luoghi che nel 536 A.C. s’insediò la colonia greca da cui tutto ebbe origine. Sotto il Rione Terra esiste un intero percorso archeologico quasi perfettamente conservato, di bellezza unica al mondo ma sconosciuto perché inaccessibile al pubblico. Domenica mattina verrà inaugurata presso il bar Il Gozzetto una mostra fotografica dedicata al Rione Terra dal titolo “Riprendiamoci il Rione Terra”, le venticinque foto sono del fotografo puteolano Vincenzo Buono, gli scatti rappresentano la storia del Rione Terra dal 1990 ad oggi. “Rione Terra – The last ship” è patrocinato dal Comune di Pozzuoli, dalla Regione Campania e dalla Provincia di Napoli.

What Next?

Recent Articles