Primarie del Pd al veleno: a Napoli accuse fra i sostenitori di Cuperlo e quelli di Renzi

Scambio di accuse e primarie del Pd al veleno a Napoli.  “A Soccavo il consigliere municipale Pdl Antonio Russo sta facendo propaganda fuori dal seggio in via Adriano 86 sede Pd in favore della mozione Renzi, in occasione delle primarie per scegliere il segretario nazionale del Partito democratico”. E’ quanto denuncia il Comitato Cuperlo Napoli, coordinato da Eugenio Mazzarella. ”Un fatto gravissimo – denuncia Mazzarella – sul quale spero si faccia presto chiarezza”. “Inoltre in molti seggi cittadini – scrive ancora il Comitato Cuperlo Napoli – il presidente provinciale della Commissione Congresso Tommaso Eteroclide sta consentendo di votare senza documenti e senza tessera elettorale”. ”Chiediamo il rispetto rigoroso del regolamento anche per evitare spiacevoli incidenti – prosegue Mazzarella – e laddove avremo certezza di voti espressi senza documenti ne chiederemo l’annullamento”.
Accuse infondate, secondo il presidente della Commissione di garanzia per il congresso. “Alle 11 di stamani, ho provveduto ad inviare un sms, come da prassi, ai presidenti dei seggi delle primarie di Napoli e provincia con il seguente testo: ‘Si ricorda che per votare e’ necessario esibire il certificato elettorale e il documento di riconoscimento’. Il coordinatore del Comitato Cuperlo Mazzarella farebbe bene ad informarsi presso gli stessi presidenti prima di rappresentare accuse, nei confronti miei e della Commissione, totalmente infondate. Siamo al lavoro congiuntamente per rendere le primarie un appuntamento di forte e trasparente partecipazione, come nei fatti gia’ lo e'”. A dichiararlo e’ Tommaso Ederoclite, presidente della Commissione provinciale di garanzia per il Congresso di Napoli.

What Next?

Recent Articles