01182018Headline:

Prezzi, nel 2014 stangata sulle famiglie da 1394 euro

“L’ennesima stangata di prezzi e tariffe si abbattere  sulle famiglie a partire dal primo gennaio 2014, malgrado la perdurante forte contrazione dei consumi”. Lo sostengono Adusbef e Federconsumatori, che hanno quantificato il costo degli incrementi per l’anno prossimo in 1.394 euro a famiglia.

“Le motivazioni di tali aumenti – secondo le due associazioni – non sono solo legate alle solite volontà  speculative, tra cui quelle perniciose delle banche e assicurazioni che già  detengono tristi primati europei, ma anche a nodi irrisolti della nostra struttura economica, in tema di competitività  e di oppressione burocratica, nonché¨ dei servizi pubblici che scaricano sprechi, inefficienze e clientelismo sui prezzi e sulle tariffe”.

Le associazioni dei consumatori hanno additato tra le cause dei previsti incrementi “una ossessiva pressione fiscale (soprattutto su casa e caseggiati) che colpisce due volte le famiglie e cioè sia direttamente per i beni e i servizi (oltretutto scadenti) che utilizzano e sia per gli aumenti a imprese, commercio e intermediazione, artigiani e professionisti ecc”.

“Inoltre – hanno aggiunto – non dimentichiamo che l’Iva al 22% oramai avrà  valenza per tutto l’anno e non da luglio come nel 2013 e che quindi porterà  trascinamenti sui prezzi energetici e del carburante in particolare, nonché¨ tenendo conto di fibrillazioni che cominciano a intravedersi sul prezzo del petrolio. Uniche note in controtendenza sono i nuovi meccanismi di calcolo che porterebbero a previsioni di  riduzione delle tariffe di luce e gas”.

L’Onf (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) ha calcolato le previsioni di aumento di prezzi e tariffe in arrivo nel 2014″, che indicano come anche l’anno alle porte “sarà  drammatico: la stangata prevista per le famiglie, infatti, sarà  di +1.394 euro a famiglia”.

What Next?

Recent Articles