Operazione Movida sicura a Napoli: allontanati 41 parcheggiatori abusivi

Controlli dei carabinieri a Napoli per movida sicura: multati alcuni gestori di locali – tra via Toledo e nel quartiere Chiaia – che vendevano alcolici a minorenni. Nel corso di un servizio i carabinieri della Compagnia Napoli Centro e del Nucleo Radiomobile hanno sorpreso, multato e allontanato, tra via Toledo e il quartiere di Chiaia, 41 persone che esercitavano abusivamente l’attivita’ di parcheggiatore guardamacchine. Complessivamente sono stati loro sequestrati 219 euro, i proventi dell’attivita’ esercitata illegalmente. Durante i controlli alla circolazione stradale sono stati sequestrati anche 91 mezzi, auto o moto senza assicurazione e, sottoposti a fermo, 46 scooter perche’ il passeggero o il conducente sono stati trovati senza casco.
Altre 24 persone (tra cui 5 stranieri e 5 minorenni) sono stati denunciati dopo essere stati sorpresi alla guida di auto o scooter senza avere conseguito la patente. Un 33enne di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli) e’ stato invece denunciato perche’ circolava alla guida della sua punto con tagliando assicurativo falso. Due pregiudicati, uno di Cercola (Napoli) e l’altro di Roccapiemonte (Salerno), sono stati allontanati dal capoluogo campano dopo essere stati notati aggirarsi con fare sospetto in tra la folla di via Toledo, nonostante fosse stato loro inibito il ritorno a Napoli con un foglio di via obbligatorio. I controlli a 15 locali notturni si sono conclusi con 7 sanzioni amministrative comminate per la somministrazione di bevande alcoliche a minorenni e per la mancanza delle apparecchiature obbligatorie di misurazione del tasso alcolemico nel sangue. Quattro dei sette multati avevano somministrato alcolici a minori. Il titolare di altro locale e’ stato invece denunciato perche’ aveva venduto alcolici a un minore di 16 anni. Cinque giovani sono stati trovati in possesso di modiche quantita’ di eroina, cocaina, hashish e marijuana: sono stati segnalati al prefetto per uso non terapeutico di stupefacenti

What Next?

Recent Articles