01182018Headline:

"Nuovi fermenti" in Basilicata: alle start up 300mila euro

La Regione Basilicata ha deciso di sostenere i giovani residenti, di età compresa tra 18 e 35 anni, con un bando ad hoc per finanziare nuove idee creative da realizzarsi sul territorio regionale. Il bando, denominato “Nuovi Fermenti”, previsto dall’accordo di collaborazione fra Regione e Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha una dotazione complessiva di 300 mila euro.

Le idee progettuali dovranno riguardare due ambiti precisi di intervento:

1. inclusione sociale e beni pubblici (ad es., conoscenza di altre culture, volontariato e nuove forme di solidarietà sociale, accesso al lavoro, ecc.);

2. tecnologia e creatività (ad es., energia, sviluppo sostenibile, comunicazione, tutela e valorizzazione del territorio, turismo, sviluppo urbano e rurale, fruizione attiva di risorse culturali, ambientali ed artistiche, eco-design, packaging, artigianato e nuove forme di recupero, filiera del cibo, ecc.).

Con ciò la Regione mira a promuovere uno sviluppo economico sostenibile, favorendo la progettualità della comunità, valorizzando i talenti dei giovani e offrendo loro un’opportunità di apprendimento e realizzazione personale.

I progetti, che verranno presi in considerazione, dovranno proporre la sperimentazione e la realizzazione di prodotti/servizi nuovi con un elevato carattere di creatività ed innovazione. Il target di riferimento per il prodotto/servizio proposto dovrà essere ben identificato per capirne le potenzialità di mercato e gli elementi di fattibilità e sostenibilità economica. Questo al fine di rendere il progetto duraturo e di favorire il rafforzamento delle reti di cooperazione e la sperimentazione di prodotti/servizi basati sull’utilizzo di nuove tecnologie e di pratiche eco-sostenibili.

Possono accedere al bando tutti i gruppi, composti da un minimo di due persone, che non abbiano compiuto 36 anni e che risiedano in Basilicata. I gruppi non dovranno essersi costituiti in alcuna entità giuridica al momento della domanda, perché la costituzione è da farsi dopo la comunicazione di ammissione al finanziamento del progetto ed entro 45 giorni dalla stessa.

Il bando ammette la presenza di partnership o collaborazioni con enti locali, scuole, università, imprese, purché attestate da documenti sottoscritti dai rappresentanti legali dell’ente partner e che non siano finalizzate all’ottenimento di compensi per tali enti.

Una volta passata la preselezione, il progetto sarà valutato in base al team che lo promuove, alle sue capacità, alla qualità ed alla sua fattibilità.

Al progetto scelto in via definitiva verrà erogato un contributo (da un minimo di 13mila euro fino a un massimo di 15mila) in due tranche: il 70% iniziale e il 30% ad avvenuto completamento dell’attività progettuale e a seguito di verifica ed approvazione da parte di Sviluppo Basilicata. Dovrà altresì essere sottoscritto tra Regione Basilicata ed il team selezionato un atto con il quale quest’ultimo si assumerà l’impegno a realizzare il progetto (cd. atto di impegno).

Inoltre Sviluppo Basilicata e Basilicata Innovazione assicureranno al destinatario finale servizi di supporto e di accompagnamento, che prevedono varie attività di tutoraggio della durata di un anno dalla stipula dell’atto di impegno.

Le domande dovranno essere inviate, in busta chiusa, a Sviluppo Basilicata S.p.A. “Bando Nuovi Fermenti”, Via Centomani, 11 – 85100 Potenza entro e non oltre il 30 marzo 2014.

Per ulteriori informazioni potete consultare il bando sul sito della Regione Basilicata (www.basilicatanet.it), scriverci o contattare direttamente il centralino al numero 0971/50661.

What Next?

Recent Articles