Lotta alla ludopatia, chiusa una ricevitoria dove giocava un dodicenne

Un 12enne è stato sorpreso in un centro scommesse sportive, immediatamente dopo che aveva giocato la “bolletta”. Il fatto è stato scoperto dai carabinieri della stazione di San Carlo arena, nel corso di un servizio predisposto nel quartiere per verificare la regolare gestione di giochi pubblici. I militari dell’arma hanno sottoposto a controllo la ricevitoria sulla calata Capodichino di un 20enne del luogo già noto alle forze dell’ordine. Nel locale e’ stato sorpreso il ragazzo, di soli 12 anni, con la ricevuta della scommessa, che gli era stato consentito di effettuare in violazione alle norme che regolano l’attività. In particolare, il ragazzino aveva scommesso sui risultati di 9 incontri di calcio puntando 1 euro e se le sue previsioni si fossero avverate avrebbe vinto 26,70 euro. Dopo le formalità di rito il minorenne è stato riaffidato ai genitori, convocati sul posto. La ricevitoria è stata chiusa in attesa di disposizioni dell’ufficio regionale Aams. Al titolare sono state contestate violazioni amministrative per 6.666 euro.   

What Next?

Recent Articles