L’Italia non vince più: con la Nigeria quarto pareggio consecutivo. Prandelli: il risultato non è giusto

Italia Nigeria

Termina con un pareggio il 2013 dell’Italia. Gli azzurri di Prandelli, reduci dall’1-1 con la Germania a San Siro, vengono fermati dalla Nigeria (2-2) nell’amichevole disputata al Craven Cottage di Londra, stadio del Fulham, ulteriore tappa di avvicinamento al grande appuntamento di Brasile 2014. Gara divertente. Gli azzurri partono forte con la rete di Rossi, subiscono la rimonta degli africani, freschi di qualificazione al Mondiale, e riagguantano il pari con ‘l’inglese’ Giaccherini ad inizio ripresa. Prandelli opta per un robusto turn over cambiando ben 8 undicesimi rispetto alla gara con i ‘panzer’. In avanti, spazio alla coppia Balotelli-Rossi, assistita sulla trequarti da Giaccherini. Ranocchia e Ogbonna sono la coppia centrale della difesa, in mediana c’è Candreva, mentre Thiago Motta rileva l’acciaccato De Rossi.

Pepito Rossi, “Contento del gol ma anche della prestazione della squadra”

“Certo, sono contento del gol ma anche della prestazione della squadra, che ha fatto una grande partita. Peccato i due gol subiti nel nostro miglior momento, poi pero’ abbiamo creato e giocato tantissimo: possiamo tornate a casa contenti”. Cosi’ Giuseppe Rossi commenta il 2-2 con cui la Nazionale ha pareggiato con la Nigeria nell’ultimo incontro del 2013. “Piu’ del gol conta la prestazione, che era molto piu’ importante – ribadisce ai microfoni della Rai l’attaccante della Fiorentina – Tutti noi abbiamo profuso un grande impegno per onorare questa maglia ed abbiamo fatto bene”. Al momento del suo gol c’e’ stato l’abbraccio della squadra: “Bello l’affetto dei miei compagni, siamo un grandissimo gruppo e questo e’ la nostra base, siamo tutti amici fuori dal campo”. Con Balotelli e’ andata in scena una prova ‘mondiale’: “Tutti e due siamo bravi ragazzi, ci vogliamo bene e con tutta la squadra formiamo un grande gruppo. C’era poco tempo per preparare la partita e abbiamo fatto bene, Mario mi ha dato una grandissima palla per il gol, ha creato tante occasioni e ha fatto una gran partita. Sono felice per lui, se giochera’ cosi’ il gol arrivera’”. Il posto pero’ non e’ cosi’ blindato: “Davanti abbiamo grandissimi giocatori, puo’ giocare chiunque e l’importante e’ dare il cento per cento per la squadra quando si e’ chiamati in causa”. Rossi, reduce da ben due infortuni, e’ finalmente tornato quel campione di cui la Nazionale aveva bisogno: “Non ho mai mollato, ho vari obiettivi che piano piano sto raggiungendo, con il lavoro e con l’umilta’”.

Prandelli: “Stiamo migliorando ma il risultato ci penalizza”

Il 2-2 dell’Italia con la Nigeria in amichevole, il quarto pareggio consecutivo dopo quelli contro Danimarca, Armenia e Germania, non toglie certo il sorriso a Cesare Prandelli. Anzi, al termine della sfida di Londra, il commissario tecnico azzurro elogia il comportamento degli azzurri e promuove il tandem d’attacco composto da Mario Balotelli e Giuseppe Rossi: “Si sono trovati parecchie volte – dice il tecnico ai microfoni di Raisport -. Abbiamo fatto una grande partita giocando a calcio. L’errore stato fare un possesso di palla sterile dopo il nostro vantaggio. Peccato perch speravamo di chiudere l’anno con una vittoria, ma il bilancio del 2013 di sicuro positivo”. L’Italia vista a Craven Cottage, al di l del 2-2 finale, conforta Prandelli: “Il risultato ci penalizza, ma vorrei vedere sempre prestazioni cos . Il loro primo gol fallo tutta la vita (Dike su Pasqual, ndr) ma sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Nel secondo tempo abbiamo cercato pi ampiezza, cosa che ci riuscita anche a fine gara”. 

What Next?

Recent Articles