01182018Headline:

Le notizie del giorno. Napolitano chiude le consultazioni, lunedì l’incarico. Cala la cassa integrazione

Politica interna
 
Governo – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha chiuso le consultazioni per la formazione del nuovo governo: “Ho voluto dare rapidità alle consultazioni perché ci sia spazio e serenità per il lavoro successivo di chi avrà l’incarico di formare il governo. Avrà a sua volta bisogno di tutto il tempo necessario per le sue consultazioni, gli approfondimenti e le intese”. Primi ostacoli per il segretario del Pd Matteo Renzi, che domani dovrebbe ricevere l’incarico, nella definizione di squadra e programma di governo. Infatti all’interno del Pd l’oppositore Pippo Civati e i parlamentari che a lui fanno riferimento stanno esprimendo dissenso e il leader del Nuovo centrodestra Angelino Alfano ha dichiarato: “Abbiamo detto a Napolitano che siamo animati da buona volontà ma vogliamo vederci chiaro, non siamo certi del lieto fine”. Silvio Berlusconi, che ha guidato la delegazione di Forza Italia al Quirinale, ha annunciato un’opposizione responsabile.
 
Politica estera
 
Germania – La cancelliera tedesca Angela Merkel discuterà con il presidente francese François Hollande della possibilità di costruire un network europeo di comunicazioni per evitare che i dati personali dei cittadini europei passino attraverso gli Stati Uniti. Inoltre Merkel proporrà una più stretta collaborazione militare tra Germania e Francia.
 
Siria – Si è concluso senza nessun risultato il secondo round di incontri tra regime e opposizione siriana a Ginevra. Le parti hanno accettato di partecipare a un terzo giro di colloqui, per i quali però non è stata fissata nessuna data. Secondo l’Osservatorio per i diritti umani in Siria la guerra civile ha provocato la morte di 140 mila persone, di cui oltre 7 mila bambini.
 
Turchia – Il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha fatto approvare dal Parlamento di Ankara una contestata riforma della giustizia, che per l’opposizione mette il sistema giudiziario sotto il controllo del governo e mira a insabbiare le inchieste anti-corruzione che coinvolgono molte personalità vicine al potere islamico.
 
Economia e Finanza
 
Confindustria – A poche ore dall’insediamento a Palazzo Chigi del segretario del Pd Matteo Renzi, il Centro studi di Confindustria ha indicato che i costi degli organi legislativi ed elettivi hanno toccato i 2,5 miliardi di euro nel 2012. Quindi, secondo l’organizzazione degli imprenditori, si può risparmiare fino a 1 miliardo riducendo del 30% l’indennità dei parlamentari, ridimensionandone il numero, riformando le loro pensioni e abolendo i contributi ai gruppi, i rimborsi elettorali e le spese di trasporto.
 
Cgil – Le ore di cassa integrazione chieste dalle aziende a gennaio sono state 81,3 milioni, in calo del 5,28% rispetto al mese precedente e del 10,36% su gennaio 2013. La Cgil ha sottolineato che le ore di cassa integrazione utilizzate corrispondono a 440 mila persone a casa a zero ore, mentre il ministero del Lavoro ha spiegato che ci sono segnali di un’inversione di tendenza.

 

What Next?

Recent Articles