01212018Headline:

LE NOTIZIE DEL GIORNO. I renziani attaccano il governo. Bufera sul Montepaschi. Per la prima volta nel 2013 le tasse sono calate


Politica interna
Pd – Dopo l’incidente del decreto salva Roma, ritirato dal governo dopo una telefonata del Quirinale, i renziani hanno attaccato il governo. Davide Faraone, membro della segreteria del Pd, ha commentato: “Non basta un rimpasto, o si cambia radicalmente o si muore”. Intanto Matteo Renzi, in un’intervista alla Stampa, chiarisce la differenza del Pd dal governo: “Bisogna tenere fede a quanto detto: se Letta fa, va avanti. Certo, se si fanno marchette e si passa dalle larghe intese all’assalto alla diligenza, non va bene”.
M5S – Beppe Grillo ha denunciato con un video sulla sua pagina Facebook gli interventi dei deputati Andrea Romano di Scelta civica e Titti di Salvo di Sel, che avevano chiesto di disporre le cose in modo da poter tornare a casa per Natale. I militanti 5 stelle hanno commentato il post di Grillo con una serie di insulti e minacce di morte ai politici.
Politica estera
Egitto – Dopo la decisione del governo di dichiarare terroristi i Fratelli musulmani, la tensione in Egitto è riesplosa. Infatti giovani militanti islamisti hanno dato fuoco alle facoltà di Agricoltura e Commercio nel campus universitario al-Azhar, alla periferia del Cairo. Negli scontri un giovane è stato ucciso e altri 60 sono stati arrestati dalla polizia.
Cina – Il Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo, il Parlamento di Pechino, ha adottato le mozioni che formalizzano l’abolizione dei campi di lavoro e la netta attenuazione della politica di controllo delle nascite. Quindi le coppie in cui uno dei membri è figlio unico potranno avere due figli.
Economia e Finanza
Mps – La Fondazione Montepaschi guidata da Antonella Mansi ha respinto la proposta del consiglio d’amministrazione presieduto da Alessandro Profumo di lanciare in tempi brevi la ricapitalizzazione da tre miliardi e l’operazione è stata rinviata a metà maggio. Adesso è più vicina la possibilità che l’istituto venga statalizzato, ma il presidente della banca Profumo ha smentito le voci di dimissioni immediate: “Sono decisioni che si prendono a freddo, valuterò a gennaio in consiglio”.
Tasse – Secondo i calcoli della Cgia di Mestre, nel 2013 si è invertita la tendenza alla crescita delle tasse. Rispetto al 2012, quest’anno un giovane operaio senza familiari a carico beneficia di un risparmio fiscale di 15 euro, per una famiglia bireddito con un figlio a carico le tasse diminuiscono di 178 euro, mentre lo sgravio sale a 250 euro per una famiglia monoreddito con due figli a carico.

What Next?

Recent Articles