Lavitola di nuovo in manette. L’accusa: tentata estorsione

Arresto per Valter Lavitola. L’ordinanza di custodia cautelare per l’ex direttore dell’Avanti è stata emessa dal gip su richiesta della sezione Reati conto la pubblica amministrazione della Procura di Napoli. La vicenda riguarda la promessa da parte della società Impregilo di realizzare un ospedale a Panama in corrispettivo dell’attribuzione, da parte del Governo panamense, dell’appalto per la realizzazione della metropolitana di Panama City, appalto poi attribuito a un’altra società non italiana, e la conseguente minaccia di ritorsioni di vario genere nei confronti dei responsabili della Impregilo per indurli a realizzare comunque l’ospedale. È stato ipotizzato anche il reato di corruzione internazionale, ipotesi non condivisa dal gip che ha ritenuto sussistere l’ipotesi meno grave dell’istigazione alla corruzione, per la quale la richiesta di misura cautelare non è stata accolta. Il provvedimento cautelare è arrivato alla fine di una complessa attività investigativa, coordinata dai magistrati della Procura di Napoli e condotte dalla Digos della Questura di Napoli, in particolare sulle attività di Lavitola nel contesto di iniziative imprenditoriali poste in essere da alcune importanti aziende italiane al di fuori del territorio nazionale.   

What Next?

Recent Articles