La fine dell’era Berlusconi fa il giro del mondo e conquista le prime pagine

Berlusconi fuori dal Parlamento, per l’Italia finisce un’era. Con una portata quasi epocale la notizia della decadenza di Silvio Berlusconi irrompe cosi’ sui media dei cinque continenti, campeggiando prima come “breaking news” e poi aprendo i siti dei principali quotidiani internazionali. Per tanti, dalla Germania agli Usa, per l’Italia finisce un ventennio in maniera “drammatica e umiliante”. Ma non tutti annunciano il proprio “epitaffio” sul politico Berlusconi: il Cavaliere resta “influente” e come una “fenice” potrebbe risorgere per l’ennesima volta.
Il Senato italiano espelle l’ex premier Silvio Berlusconi” e’ il titolo in prima della BBC online, che in un editoriale parla di un “grave colpo al suo orgoglio e alla sua capacita’ di fare politica”. Tuttavia, avverte l’emittente britannica “lo show di Berlusconi e’ ancora lontano dalla fine”.
Prima pagina anche per il FINANCIAL TIMES, che osserva come, “il dramma scoppiato a Roma, i mercati hanno reagito tranquillamente alla notizia, testimoni della minor influenza di Berlusconi sulla coalizione del governo”.
“Il colpo piu’ duro per la carriera politica di Berlusconi” rimarca infine THE GUARDIAN, oltremanica. “Berlusconi lascia il suo posto da senatore”: titoli a tutta pagina e lunghe cronologie della storia politica del Cavaliere anche sui media francesi, da LE FIGARO a LE NOUVEL OBSERVATEUR. “L’Italia senza Berlusconi” e’ il titolo di un commento del corrispondente a Roma di LE MONDE, che sottolinea come agli italiani che hanno “vissuto” con lui per 20 anni, il Cavaliere “manchera’, e’ normale, come una vecchia abitudine, come quando il bar del quartiere finisce per calare il sipario”.
Al limite dell’irriverenza e’ invece, in Germania, con il tabloid BILD che scrive “Ciao, ciao Silvio Berlusconi!” mentre nel titolo si chiede “E’ la fine?”
“Adieu Berlusconi”, sentenzia invece DIE WELT aprendo la prima pagina con il titolo “Silvio Berlusconi ha oscurato il suo Paese”.
Secco DER SPIEGEL che si limita alla cronaca titolando “Il Senato ha buttato fuori Berlusconi” mentre SUDDEUTSCHE ZEITUNG annuncia: “Fine di un’era: il Senato esclude Berlusconi”.
“La fine di un’era in Italia” e’ l’occhiello con cui lo spagnolo EL PAIS introduce la sua apertura tutta dedicata al Cavaliere, decaduto “dopo due decadi da protagonista”.
EL MUNDO, tuttavia, ha piu’ di un dubbio sulla reale uscita di scena dell’ex premier e in un editoriale scrive: “Berlusconi, una fenice con molti epitaffi politici” che gia’ altre volte “e’ risorta dalle ceneri”.
La notizia della decadenza del Cavaliere oltrepassa in pochi minuti i confini europei irrompendo in Medio Oriente, Asia, Sud America, sulle aperture di AL JAZEERA, del TIMES OF INDIA o dell’argentino EL CLARIN. E campeggiando sulle prime pagine dei media americani. “Berlusconi espulso dal Senato italiano” titola in prima il NEW YORK TIMES, sottolineando come dopo “un melodramma politico” l’ex premier non ha potuto evitare “l’inevitabile” subendo una “drammatica ed umiliante espulsione”.
Il Cavaliere ha perso il suo seggio in Parlamento in una giornata che segna il culmine di 4 mesi di furore politico” racconta il WALL STREET JOURNAL mentre il WASHINGTON POST osserva: sebbene senza seggio, “Berlusconi resta influente nella politica”.

What Next?

Recent Articles