01212018Headline:

Il messaggio di Natale di Snowden: i nostri bambini non sapranno mai cos’è la privacy, Basta con lo spionaggio di massa

Edward Snowden, che ha fatto scoppiare il più grande caso di spionaggio politico degli ultimi anni, ha inviato un messaggio di Natale attraverso una tv inglese  nel qualche ha avvertito dei pericoli che derivano dalla perdita della privacy. Nel messaggio registrato a Mosca, dove  a Snowden è stato concesso asilo temporaneo, parla delle sue preoccupazioni per la rete di sorveglianza globale e fa un confronto con il racconto utopistico “1984”, di Orwell che descrive uno stato immaginario che opera una capillare di sorveglianza dei suoi cittadini. “Della Gran Bretagna George Orwell ci ha avvertito del pericolo di questo tipo di informazioni. Le tipologie di raccolta nel libro – Microfoni e videocamere, televisori non sono nulla rispetto a ciò che abbiamo a disposizione oggi”. “Abbiamo sensori nelle nostre tasche che ci seguono ovunque andiamo. Pensate a cosa significa questo per la privacy della persona media,” ha detto.
“Un bambino nato oggi crescerà con nessuna concezione della privacy”, ha detto Snowden.”Non saprà mai cosa significa avere un momento privato per se stessi, un pensiero non analizzato, non registrato. E questo è un problema, perché la privacy è ciò che ci permette di determinare chi siamo e chi vogliamo essere.”
Il “Messaggio di Natale alternativo”, in onda ogni anno su Channel 4 Television della Gran Bretagna dal 1993, imita il formato del saluto annuale alla nazione dalla Regina Elisabetta. Hanno partecipato  nelle edizioni precedenti personaggi discussi come l’allora presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad nel 2008 e personaggi popolari dei cartoni animati, come Marge e Lisa Simpson nel 2004.
Martedì scorso, Snowden – che ha rivelato migliaia di documenti riservati – ha detto in un’intervista pubblicata sul Washington Post che aveva ottenuto ciò che si proponeva di fare. “Per me, in termini di soddisfazione personale, la missione è già compiuta”-
Snowden lasciò il suo posto NSA alle Hawaii nel mese di maggio ed è andato pubblico con le sue prime rivelazioni da Hong Kong un paio di settimane più tardi.
Nel mese di giugno, partì per la Russia ed è rimasto all’aeroporto di Mosca Sheremetyevo per quasi sei settimane fino a quando il Cremlino gli ha concesso temporaneo di un anno di asilo.
Gli Stati Uniti hanno revocato il passaporto e chiesto il rimpatrio.
All’inizio di questo mese ci sono stati segni di atteggiamenti disgelo quando Richard Ledgett – un alto funzionario della NSA che guida una task force presso l’agenzia rispondere alle perdite – ha lasciato aperta la possibilità per Snowden per tornare negli Stati Uniti grazie ad un’amnistia. Alti funzionari dell’amministrazione Obama restano contrari a una tale mossa.
La settimana scorsa durante una protesta alla Casa Bianca si puntava il dito contro alcune operazioni di sorveglianza della NSA, raccomandando dei limiti per un programma per raccogliere registrazioni di miliardi di telefonate.
“La conversazione di oggi determinerà la quantità di fiducia possiamo collocare sia nella tecnologia che noi e il governo che regola lo circonda”, ha detto Snowden l’indirizzo Natale.”Insieme possiamo trovare un migliore equilibrio, se finisce la sorveglianza di massa e ricordare al governo che se vuole veramente sapere come ci sentiamo, chiedere è sempre più conveniente che spiare” .

What Next?

Recent Articles