12182017Headline:

Frattamaggiore – Al Filangieri la giornata conclusiva del percorso sulla Legalità

Non è stata una semplice giornata dedicata alla legalità, ma la chiusura di un percorso bello e ben strutturato, cominciato il 21 marzo dell’anno scorso, in occasione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”. Il 9 Maggio infatti, presso l’ISIS Filangieri si è svolta la giornata conclusiva del percorso della Legalità, portato avanti in maniera congiunta dalle Istituzioni e dalle scuole del territorio. Alla manifestazione conclusiva dopo i saluti del Sindaco Marco Antonio Del Prete, del Vicesindaco Giuseppina Maisto e del Segretario generale Ferdinando Lotoro, sono intervenuti l’Assessore all’Istruzione della Regione Campania Lucia Fortini, il Magistrato Ciro Luca Lotoro (Catello Maresca, che è stato presente a vari altri incontri, non ha potuto partecipare a causa del protrarsi di impegni professionali, come precisato dal Segretario generale, che ha portato i suoi saluti e gli auguri per il buon esito dell’evento) ed il Vice Questore della polizia stradale Eugenia Sepe (il generale Giuseppe Salomone immancabile presenza in tutti i precedenti incontri non ha potuto essere presente a causa di impegni sopravvenuti). Hanno assicurato la loro presenza i Carabinieri della Stazione di Frattamaggiore, diretta dal Luogotenente Marcello Montinaro e di Casoria, diretti dal Capitano Francesco Filippo ed una rappresentanza del Commissariato di Polizia di Frattamaggiore, diretto dal Vice Questore Rachele Caputo, oltre ai Dirigenti Scolastici di Frattamaggiore. L’incontro è stato moderato dalla Prof.ssa Giuseppina Cafasso, dirigente dell’ISIS Filangieri. Uno dei temi di discussione è stato il bullismo ed il cyberbullismo, temi che saranno sviluppati ed approfonditi nel percorso del 2017.

Durante l’evento vi è stata anche la presentazione del libro “Adrea, Oltre il pantalone rosa” la cui autrice, Teresa Manes, presente in sala ha raccontato, con estrema sensibilità, le vessazioni subite dal figlio, protagonista del suo toccante lavoro, che l’hanno portato al suicidio.

Prima e dopo gli interventi dei relatori, i ragazzi della scuole cittadine si sono esibiti in rappresentazioni artistiche di ottimo livello, appositamente preparate insieme ai loro insegnanti. Alla chiusura della giornata sono state rappresentate, da un gruppo di alunni dell’ISIS Filangieri di Frattamaggiore e dell’Istituto Virgilio di Pozzuoli (gemellato con le scuole cittadine), accompagnati e diretti dalla prof.ssa Maddalena Annigliato, alcune scene e brani tratti da “Scugnizzi”, molto apprezzati dai presenti ed accompagnati dagli scoscianti applausi dei tantissimi alunni, insegnanti ed ospiti presenti.

“È significativo che la conclusione di tale percorso sia avvenuta il 9 maggio – ha commentato il Sindaco Marco Antonio Del Prete. In questo giorno, 39 anni fa, avveniva l’uccisione di Peppino Impastato e il ritrovamento del corpo senza vita di Aldo Moro: simboli di un’Italia che, in quegli anni, ha lottato contro il terrorismo e la mafia. Il loro ricordo dovrà essere un riferimento culturale e politico, soprattutto per le giovani generazioni, affinché queste possano attuare il cambiamento per cui Aldo Moro e Peppino Impastato hanno dato la vita”.

What Next?

Related Articles